Catania: epatite dopo il vaccino, condannato il Ministero della Salute

Ha contratto l’epatite cronica dopo una vaccinazione. È successo ad un militare, difeso dall’avvocato Silvio Vignera. Oggi il tribunale di Catania ha condannato il ministero della salute a pagare i danni procurati dalla tecnica di vaccinazione per un risarcimento di circa 3 milioni di euro.

Non è stata messa in dubbio la sicurezza del vaccino, ma solo la tecnica di somministrazione plurima in poco tempo e senza adeguati controlli medici. La vaccinazione era stata effettuata nel 2000 prima di partire per una missione all’estero.

Nell’arco di soli quattro giorni, il militare ha ricevuto ben sette dosi di vaccini, comprese quelle antiepatite di tipo A e B. Due anni dopo ha iniziato a sentirsi male e ha iniziato a sottoporsi a visite mediche ed analisi di laboratorio per accertare le cause del suo malessere.

Nel 2009 al militare era stata diagnosticata una epatopatia cronica di natura da definire. La commissione medico-ospedaliera di Palermo non aveva riconosciuto il nesso causale tra la malattia e le vaccinazioni che gli erano state praticate e il militare aveva presentato un ricorso amministrativo al ministero della salute. Ricorso che, però, era stato respinto.

Il caso è stato quinti trattato questa volta dal giudice del lavoro de tribunale di Catania, Caterina Musumeci che, dopo una consulenza tecnica d’ufficio, ha accolto il ricorso del militare “riconoscendo il nesso causale tra l’infermità da lui contratta e le vaccinazioni somministrategli nel 2000”.

Secondo quanto è stato ricostruito dal tribunale insieme al consulente nominato in giudizio e la commissione parlamentare d’inchiesta istituita nel 2015 dalla Camera dei Deputati, prima di effettuare le vaccinazioni, ogni militare deve svolgere esami pre vaccinali per valutare le immunità già acquisite e per accertare gli stati di immunodepressione che eventualmente impediscano di somministrare il vaccino in quello specifico momento.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi