Catania: convegno sulla violenza alle donne

Un convegno sui temi della violenza sulle donne si terrà domani, 8 marzo, in occasione della giornata della donna a Catania. Appuntamento con gli agenti della polizia di Stato all’istituto comprensivo Dusmet-Andrea Doria nel popoloso quartiere di Librino.

La scuola, per l’occasione, ha previsto l’inaugurazione di una panchina rossa. È un primo passo verso la consapevolezza, anche dei più giovani, che rinunciare persino ai più elementari diritti non può essere il prezzo da pagare per mantenere in vita una relazione.

Il convegno, fortemente voluto dal dirigente scolastico,  verrà tenuto da funzionari dell’ufficio minori e del commissariato di Librino che è presidio di sicurezza sul territorio e che, quindi, rappresenta il primo interlocutore nei casi denunciati.

All’appuntamento di domani sarà presente anche lo staff della questura di Catania dell’ufficio minori e vittime vulnerabili della divisione di polizia anticrimine. Grazie anche al loro impegno si devono i risultati della lotta alla violenza sulle donne che nel 2018 ha visto ben 72 casi segnalati di cui 44 risolti, 33 le persone denunciate, tra cui 9 stranieri e due minorenni, 18 gli arresti di cui 13 in flagranza di reato.

Nei primi due mesi del 2019, sono stati emessi 17 ammonimenti del questore di cui, 10 per atti di violenza domestica e 7 per atti persecutori. Facendo un raffronto con i primi due mesi del 2018, possiamo affermare che è più che raddoppiato il numero delle segnalazioni di violenza domestica, dovuta alla maggiore attività di prevenzione e monitoraggio svolta dalle forze dell’ordine, nonché, alla maggiore consapevolezza che orienta le vittime a rivolgersi alle istituzioni.

La polizia ricorda i contatti a cui rivolgersi anche per semplici segnalazioni: allo 0957367661 risponde l’ufficio minori e vittime vulnerabili della divisione di polizia anticrimine dalle 8 alle 14, nei giorni feriali; allo 0957223990 il centro antiviolenza Thamaia; all’1522 il numero gratuito di aiuto, in caso di violenza sulle donne. E, in casi urgenti, non dimenticate il 112, numero unico europeo.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi