Tortorici (Me): arriva il “barattolo d’emergenza

Le persone che vivono da sole in caso di un qualsiasi genere di emergenza potrebbero avere grosse difficoltà, soprattutto se sono anche sottoposte a cure farmacologiche. Nasce per questo l’iniziativa il “barattolo d’emergenza”, da oggi attivo anche a Tortorici, centro nebroideo in provincia di Messina.

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Carmelo Rizzo Nervo, infatti ha aderito all’iniziativa ed è stato siglato il protocollo d’intesa con il Lions club di Capo d’Orlando, presieduto da Basilio Demebrino, alla presenza della coordinatrice del service, dottoressa Maria Briguglio e della socia di Tortorici, professoressa Maria Trusso Sfrazzetto.

Nel barattolo di plastica, materiale duraturo e contenente alcuni adesivi da applicare sulla porta di casa e sul frigorifero, è contenuta una scheda informativa del beneficiario. La scheda verrà compilata dal medico di base e servirà a descrivere lo stato di salute del paziente, ad elencare i farmaci che assume, le eventuali allergie, le malattie pregresse, i familiari da contattare e ogni altra notizia utile ai primi soccorritori e al personale medico che dovrà assistere il soggetto.

Il barattolo troverà posto nel frigorifero. Ogni casa, infatti, ne possiede uno. Inoltre il frigorifero è sempre in cucina, dunque facilmente rintracciabile, e in grado di proteggere dal fuoco. Sulla porta di casa e sullo sportello vengono posizionati gli adesivi che contrassegnano le famiglie aderenti al progetto. In questo modo i soccorritori potranno accedere rapidamente ai dati essenziali per la salute del paziente, specie in caso di persone ritrovate sole e non in grado di parlare.

Si tratta di un’idea semplice ed economica ma molto efficace per contribuire a diminuire i tempi di intervento e diagnosi in caso di un’emergenza medica. L’amministrazione oricense intende anche estendere l’iniziativa, in una prima fase, alle fasce più deboli della popolazione, anziani e disabili che vivono da soli, ma si potrà estendere potenzialmente a tutti i residenti.

Sono già stati acquistati i primi 150 barattoli. Sarà poi cura delle associazioni di volontariato quali Croce rossa italiana – comitato Tirreno Nebrodi e Protezione civile, fornire l’elenco delle persone che potranno essere destinatarie dell’iniziativa.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi