Capizzi (Me): sequestrati beni all’imprenditore Farinella

per un valore di 3 milioni e mezzo di euro

Invito incontro 'La sicilitudine di Crescenzio Cane'

Beni per un valore di 3 milioni e mezzo di euro sono stati sequestrati dagli agenti della Dia di Messina all’imprenditore di Capizzi, Vincenzo Farinella, 51 anni, considerato appartenente al gruppo mafioso di Mistretta, attivo nella zona tirrenico-nebroidea.

La misura di prevenzione patrimoniale scaturisce dalla proposta a firma del direttore della direzione investigativa antimafia Arturo De Felice e i relativi accertamenti sono stati effettuati sotto il coordinamento del procuratore della Repubblica di Messina, Guido Lo Forte. L’imprenditore è stato arrestato nel 2007 nell’ambito dell’operazione Montagna per associazione a delinquere, applicandogli la libertà vigilata. Per questo reato il 30 giugno 2012 il tribunale di Patti lo ha condannato a 4 anni e 9 mesi di reclusione con libertà vigilata.

Inoltre, già dal 2002, Farinella avrebbe frequentato soggetti vicini alla malavita organizzata mentre la sua frequentazione con Bartolomeo Testa, anche lui condannato a 12 anni di reclusione per associazione di tipo mafioso e a 7 anni per estorsione, inserito a pieno titolo nel clan dei Rampulla, non è da ritenersi secondo gli inquirenti occasionale, ma fondata su solidi vincoli di amicizia e di affari.

Nel corso degli anni, inoltre, l’imprenditore destinatario del sequestro di oggi, si sarebbe avvalso dell’appoggio derivante dalla contiguità con il gruppo mafioso di Mistretta operante tra Mistretta, Capizzi, Tortorici e nelle zone limitrofe, oltre che collegato con il mandamento di Cosa nostra di San Mauro Castelverde, attraverso la Giavin srl.

L’imprenditore, inoltre, ha intrattenuto rapporti di affari con vari soggetti pregiudicati per associazione mafiosa, estorsione, sequestro di persona e stupefacenti. tra di loro Mario Giuseppe Scinardo che ha costituito la società Edilcalcestruzzi srl, impresa con sede legale a Militello Val di Catania, assumendone la carica di amministratore unico.

Il patrimonio sotto sequestro è costituito dal compendio aziendale e dal 50% della Ca.Sa Rione snc di Farinella Vincenzo & Co con sede a Capizzi che produce e commercializza prodotti agricoli, il 100% della Giavin srl con sede legale a Capizzi, l’impresa individuale edile Farinella Cataldo con sede a Capizzi; 12 automezzi, 7 beni immobili e varie disponibilità bancarie e postali per un valore totale di tre milioni e mezzo di euro.

Maria Chiara Ferraù

Share on Facebook
Bookmark this on Google Bookmarks

Ecodisicilia.com - testata telematica - Registrazione al Tribunale di Catania numero 19/2009 in data 26/05/2009

Note Legali: questo sito web è di proprietà di Maria Chiara Ferraù a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email chiara.ferrau@libero.it -
dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.