Sant’Angelo di Brolo (Me): Obama scrive al sindaco Caruso

Una corrispondenza epistolare fra il presidente degli Stati Uniti d’America e il sindaco di un piccolo paese dei Nebrodi in provincia di Messina. Non è una bufala. È successo a Sant’Angelo di Brolo dove il primo cittadino, Basilio Caruso, a capo di una comunità di 3.000 anime, ha ricevuto una lettera da Barack Obama.

La storia era iniziata a gennaio scorso quando l’amministrazione santangiolese aveva organizzato un evento commemorativo per le 26 vittime innocenti della strage nella scuola Sandy Hook di Newtown nel Connecticut (Usa). All’evento parteciparono artisti, sociologi, un ufficiale dei carabinieri e due scolaresche. Unico assente: l’ambasciatore degli Stati Uniti in Italia che aveva declinato l’invito all’ultimo momento.

E così Basilio Caruso ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al presidente Obama a cui allega un filmato dell’evento. Quattro mesi dopo la grande sorpresa: la risposta di Obama che, entusiasta, ringrazia l’amministratore locale per la solidarietà espressa.

Domani mattina il sindaco di Sant’Angelo di Brolo terrà una conferenza stampa insieme agli amministratori, anche per raccontare il suo sogno americano.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi