Tortorici (Me): nuovo calendario per la raccolta dei rifiuti

Il comune di Tortorici, nel messinese, ha adottato il nuovo calendario per il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati con modalità domiciliare porta a porta per le utenze domestiche e commerciali fino al prossimo 30 giugno.

Il sindaco, Carmelo Rizzo Nervo, con ordinanza numero 6 dell’11 gennaio, ha disposto a tutti i cittadini di separare i propri rifiuti in: umido e organico, carta e cartone, plastica, vetro e lattine, indifferenziata, ingombranti e raee.

Nel ricordare ai propri cittadini quali sono le corrette modalità per una efficace raccolta differenziata, il primo cittadino oricense ricorda che i rifiuti ingombranti ed elettronici (raee) verranno ritirati a domicilio a piano strada per un massimo di 4 pezzi per volta e che è obbligo mettere in vista le varie tipologie di rifiuti raccolti in sacchi trasparenti o pattumiere, accanto al portone d’ingresso dalle 22.00 alle 07.00, senza arrecare disturbo ai vicini.

L’ordinanza ricorda, inoltre, che è severamente vietato appendere ai balconi e alle finestre delle proprie case i contenitori dei rifiuti ed è obbligo per tutti munirsi di pattumiere per il conferimento dell’umido e dell’indiffereziato. Se il servizio di raccolta dei rifiuti non dovesse passare nel giorno stabilito dal calendario, consultabile sul sito internet del comune all’indirizzo www.tortoricinrete.it, bisognerà ritirare i rifiuti esposti per poi rimetterli all’esterno delle proprie case nella successiva giornata prevista da calendario.

Con la nuova ordinanza viene disposto lo sconto del 20% sull’importo complessivo della bolletta agli utenti che entro il mese di febbraio comunicheranno lo smaltimento autonomo dell’umido.

L’obiettivo dell’amministrazione è anche quello di sensibilizzare i bambini. Per questo nelle prossime settimane sarà bandito il concorso “Tortorici pulita” che prevede l’assegnazione di un premio per gli alunni che si distingueranno per aver consegnato, nell’anno scolastico, il maggior quantitativo di raccolta differenziata prodotta.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi