Catania: arriva il MenteLucidaTour

Paolo Crepet e Rosario Rasizza sono ancora insieme nel nuovo appuntamento del MenteLucidaTour, il viaggio organizzato da Openjobmetis attraverso le tante economie italiane. Lo psichiatra e sociologo e l’Amministratore Delegato dell’Agenzia per il Lavoro di Gallarate arrivano alle pendici dell’Etna per incontrare gli imprenditori siciliani: l’occasione è data dal convegno Per la ripresa serve mente lucida”,giovedì 23 ottobre alle 18:00, all’UNA Hotel Palace di Catania (Via Etnea 218, accrediti alle 17:30).

Insieme a Crepet e Rasizza ci sarà per la seconda volta Rosalba Reggio, giornalista del Sole 24 Ore, che avrà il compito di moderare un dibattito che ha ottenuto il patrocinio della Regione Sicilia, del Comune di Catania, della Provincia di Catania e dell’AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale).

Per la ripresa serve mente lucida” non è una semplice discussione, ma molto di più: è un confronto, uno scambio di esperienze tra Rosario Rasizza, Paolo Crepet e i capitani d’impresa della Regione ospitante. Come i singoli volumi che completano un’enciclopedia, il vissuto di ognuno viene così condiviso fino a costituire un’immaginaria opera collettiva del sapere da cui attingere, per comprendere e interpretare il futuro. Con l’obiettivo di costruirne uno migliore, partendo dagli ingredienti necessari: fiducia e ottimismo.

MenteLucidaTour è partito da Novara per aiutare gli imprenditori a comprendere il proprio presente in funzione del futuro e per ascoltare le loro preoccupazioni in un momento, economico e sociale, delicato. Un anno, e quasi mille quattrocento chilometri dopo, il viaggio lungo la nostra Penisola ha incontrato numerose persone e raccontato tante storie diverse. Per ognuna, Rasizza e Crepet hanno provato a scrivere un nuovo capitolo di ottimismo, propedeutico per affrontare con fiducia il domani.

“La sfida di questi tempi è far crescere le nostre imprese anche nelle difficoltà. Per farlo bisogna saper scegliere, avendo la mente lucida – commenta Rosario RasizzaAmministratore Delegato di Openjobmetis – L’ideogramma cinese che indica la crisi è composto da segni che indicano il pericolo ma anche l’opportunità. Ciò significa che momenti negativi possono essere motore per avvicinare un cambiamento positivo. Certo, bisogna tirare fuori inventiva, rivedere le strategie e sapersi rinnovare. Se pensiamo ad esempio alla tradizione artigiana, che è quella che più ci rappresenta nel mondo, per mantenere livelli d’eccellenza ha dovuto ripensare se stessa, andando incontro alle nuove tecnologie: nelle botteghe è entrata persino la stampa 3d. Il manifatturiero artigianale ha dimostrato così di sapersi proiettare in una nuova dimensione economica. Vincente.

Ormai da un anno percorro la Penisola, avendo come compagno di viaggio Paolo Crepet. E dappertutto ho trovato orgoglio, passione e voglia di fare che, in qualche caso, erano solo un po’ sopiti. Per questo ho voluto al mio fianco il noto psichiatra e sociologo: per spronare i nostri capitani di impresa a ritrovare dentro di sé le capacità che hanno permesso loro di avviare già una volta un progetto imprenditoriale e che ora vanno ritrovate per rilanciarlo”.

La lezione del professore è ben riassunta in una frase dei Malavoglia, il capolavoro del catanese Giovanni Verga: “Chi non sa l’arte chiuda bottega, e chi non sa nuotare che si anneghi”. Le parole della Zuppidda, la pettegola di Aci Trezza, esprimono quanto sia importante avere mente lucida oggi per dare spazio alle idee che renderanno migliore il domani.

Il dibattito è già attivo su Twitter (@Openjobmetis, @rasizza) attraverso l’hashtag #mentelucidatour. Si segnala inoltre la possibilità, per tutti, di poter inviare le proprie domande all’indirizzo mentelucidatour@openjob.it e a cui si cercherà di dare risposta durante l’evento. La prossima tappa del #mentelucidatour sarà a Modena il 20 novembre. Per info e iscrizioni: www.openjob.it. 

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi