Misilmeri (Pa): “Con la mafia ai ferri corti” di Cesare Mori

Continuano gli appuntamenti nell’ambito del’iniziativa di BCSicilia “30 libri in 30 giorni”. Domani, domenica 7 aprile, sarà presentato alle 17.30 al palazzetto della cultura di Misilmeri, il volume di Cesare Mori “Con la mafia ai ferri corti”.

Dopo i saluti di Rosalia Stadarelli, sindaco del Comune di Misilmeri, sono previsti gli  interventi di Alfonso Lo Cascio, presidente regionale BCsicilia, e di Ernesto Graditi, presidente BCsicilia sede di Misilmeri, a cui farà seguito la presentazione di Antonella Folgheretti, giornalista e Francesco Paolo Ciulla, editore.

“Con la mafia ai ferri corti” è il racconto scritto dallo stesso Cesare Mori sulla sua azione di lotta alla criminalità organizzata in Sicilia dal 1924 al 1929. Il libro fu pubblicato dalla Mondadori nel 1932. Dopo 86 anni una riedizione, curata da Francesco Paolo Ciulla, che riproduce il testo e le illustrazioni originali, con importanti nuove sezioni: in questa nuova edizione di 368 pagine oltre al testo è infatti presente un saggio introduttivo del prof. Nunzio Lauretta, già docente di storia contemporanea all’Università di Palermo ed Enna, la postfazione dello scrittore e giornalista Pietrangelo Buttafuoco, una bibliografia di testi e articoli sul tema, estrapolati in maggior misura dalle ricerche del professore Giuseppe Tricoli, confluite nel testo: “Il fascismo e la lotta alla mafia”, una cronologia della vita di Cesare Mori e delle vicende storiche a lui collegate.

Inoltre, una componente fondamentale e innovativa di questa riedizione è l’appendice fotografica e documentale, in aggiunta alle illustrazioni già presenti nel testo, realizzata grazie al materiale fornito da collezionisti, studiosi del settore e dal fondo privato di Mori conservato all’Archivio storico di Pavia.

L’idea di ripubblicare il libro nasce dalla volontà di restituire ai lettori e studiosi la raccolta di memorie del cosiddetto “Prefetto di Ferro” protagonista indiscusso nella repressione della mafia. Un libro citato in tutte gli studi storici sul fenomeno mafioso ma inspiegabilmente obliato.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi