Tortorici (Me): presentato il programma del candidato Antonio Paterniti

Il risanamento finanziario dell’Ente è il primo fra i punti del programma elettorale del gruppo “Insieme per Tortorici” a sostegno del candidato a sindaco Antonio Paterniti Mastrazzo.

“Il nostro è un programma amministrativo – ha detto il candidato a sindaco – che vuole essere condiviso con la cittadinanza.  Presenta punti che sono il completamento dell’attuale attività amministrativa e ovviamente ci sono delle novità. Il programma è già definito, ma siamo aperti a idee da parte dei nostri concittadini.

Il programma elettorale, in una gremita sala del circolo dei maestri in piazza Timpanaro, è stato presentato dallo stesso candidato sindaco, da Rosario Contiguglia, ex vice sindaco poi dimessosi e dall’assessore uscente al Bilancio, Dario Paterniti Martello. In platea in prima fila il sindaco uscente Carmelo Rizzo Nervo che ha già annunciato di volersi ritirare dalla politica per dare spazio ai giovani.

Proprio ai giovani è dedicato un altro punto programma elettorale della lista con l’apertura dello sportello Eurodesk e corsi di formazione per guide turistiche, guardie ambientali, giornalismo ambientale e sportivo e, ancora, istituzione della scuola di micro fusione e la “banca della terra”, nonché l’adesione alla piattaforma del servizio civile nazionale.

Un programma lungo e nutrito che spazia dalla raccolta differenziata e compostaggio di prossimità, a progetti per la salvaguardia dell’ambiente e il ripopolamento faunistico nonché il censimento degli alberi secolari. Non mancano i punti sulla cultura come il progetto dell’ampliamento della biblioteca comunale con internet gratuito e il completamento del wi-fi comunale gratuito in tutte le borgate. E, ancora, il recupero delle tradizioni e l’avvio di nuove manifestazioni come la notte medievale o il mercatino di Natale.

Sul fronte delle opere pubbliche sono previste la realizzazione di un marciapiede illuminato a completamento dell’elisuperficie inaugurata qualche settimana fa, il recupero delle regie trazzere e la riqualificazione urbanistica delle borgate, la creazione di una piscina riscaldata e coperta anche per recupero funzionale e motorio, consolidamenti di alcuni versanti dove insistono alcune borgate e l’avvio dei lavori di demolizione e ricostruzione delle scuole elementari Gepy Faranda il cui progetto è già stato finanziato.

Previsto anche un cambio della toponomastica con l’intitolazione delle piazzette a “padri Maistru”, ossia frate Giuseppe da Tortorici che per anni ha operato nel convento di San Marco d’Alunzio oggi diventato casa di riposo e l’intitolazione del PTA ad Attilio Manca, nonché l’acquisizione del palazzo già residenza del vescovo Galbato. Infine spazio anche per il completamento finale del piano regolatore generale che a Tortorici ormai manca da più di 30 anni e il riconoscimento di marchi DeCo, Dop, Doc e Igp e l’istituzione del mercato del contadino.

La prossima settimana saranno presentati i candidati con la lista a sostegno di Paterniti Mastrazzo.

Intanto prosegue la campagna elettorale e il candidato a sindaco Emanuele Galati, sostenuto dal movimento “Uniti per cambiare Tortorici”, ha incontrato sempre nella sala del circolo dei maestri le associazioni di categoria per definire il proprio programma.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi