Catania: i valzer di Chopin con il pianista Achille Gallo al centro Magma

Interamente dedicato ai valzer di Chopin è il quinto appuntamento con le attività concertistiche “Fuorischema” dell’associazione Magma di Catania, diretta da Salvo Nicotra, in programma sabato 23 marzo 2019 (ore 18,30) alla “Sala delle Arti” di Gravina di Catania (Parco Borsellino, via Roma).

Ad eseguirli, per i “Pomeriggi musicali a Gravina”, progettati artisticamente da Tania Cardillo, sarà il pianista veneto Achille Gallo.

L’artista – membro di giurie di importanti concorsi nazionali e internazionali e, a sua volta, pluripremiato – è considerato un musicista eclettico, fantasioso, appassionato, non convenzionale, lontano da formalismi accademici e aperto a nuovi linguaggi e contaminazioni musicali d’avanguardia; la sua formazione affonda le radici nella tradizione delle grandi scuole pianistiche e si forma presso l’”Ecole Internationale de Piano” (Losanna, Svizzera), sotto la guida del pianista argentino Fausto Zadra, del quale successivamente diviene assistente ed a cui intesta, nel 2004, il Concorso Pianistico Internazionale della Città di Abano Terme, da lui creato.

Ha nel proprio curriculum una vastissima attività concertistica (da camera e con orchestra, in Italia e in varie parti del mondo) e didattica (Masterclass in Italia, Spagna, Russia, Serbia, Cina; corsi di alto perfezionamento pianistico) nonché un’importante discografia con sei CD all’attivo e, prossimo all’uscita, uno contenente proprio i Valzer di Chopin per l’etichetta discografica Xclassics Records.

Anche se i valzer non stimolarono subito la fantasia pianistica di Chopin, che comunque ne conosceva le tecniche fin dagli anni della giovinezza “polacca”, in seguito – sollecitato dalle richieste “assillanti” che gli giungevano durante le “serate parigine” –  ne compose diciannove, di cui nove pubblicati postumi. Queste sue composizioni, tuttavia, non potevano essere soltanto musica da ballo; anzi – è stato fatto notare – come alcune di esse siano o troppo veloci o troppo lente, dunque, poco adatte alla danza. Gli straordinari valzer di Chopin sono riconosciuti universalmente come composizioni raffinate nell’armonia e nella cantabilità dei temi e hanno forme differenti.

Per l’occasione dagli incanti dei salotti borghesi dell’Ottocento trasmigrano a Gravina, nella Sala assai ricca di fascino, resa gentilmente disponibile dall’Amministrazione comunale. Qui saranno eseguiti i seguenti valzer: in mi bem. magg., op. 18 (Gran Valzer Brillante); in la bem. magg., op. 34 n. 1; in la min., op. 34 n. 2; in fa magg., op. 34 n. 3; in la bem. magg., op. 42; in re bem. magg., op. 64 n. 1; in do diesis min., op. 64 n. 2; in la bem. magg., op. 64 n. 3; in la bem. magg., op. 69 n. 1 (titolo apocrifo);  in si min., op. 69 n. 2; in sol bem. magg., op. 70 n. 1; in fa min., op. 70 n. 2; in re bem. magg., op. 70 n. 3; in mi minore (op. postuma).

Il ricco programma dei “Pomeriggi” continuerà con il Nuovo Trio Parsifal (De Carlo, Slugocka e Milea; 13 aprile), Italian piano in Duet (18 maggio), per concludersi ancora con un pianista, Didier Castell-Jacomin il 9 giugno.

Per questo concerto, che sostituisce – per sopravvenuti motivi di salute – quello di Luisa Fanti Zurkowskaja, sono validi gli specifici abbonamenti alla rassegna gravinese; il biglietto per la singola manifestazione è di euro 7,00 (ridotto, euro 5,00).

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi