Gravina (Ct): interventi su illuminazione e sicurezza

Sono sedici i nuovi pali della luce installati a Gravina di Catania. E, ancora, manutenzione straordinaria alla scuola Tomasi di Lampedusa e in arrivo dissuasori di velocità e attraversamenti pedonali rialzati. Sono queste le direzioni degli ultimi interventi programmati dall’amministrazione comunale a Gravina di Catania su tutto il territorio.

“Stiamo intervenendo su più fronti – dichiara il sindaco Massimiliano Giammusso – a partire dalle criticità riscontrate nell’illuminazione. I nuovi impianti sono stati posti: uno in via Brancati, uno in Via F.lli Bandiera, due in via Madonna di Fatima, uno in via Carrubella, due in via G.Fattori, un altro in via Seminara, uno in via Paolo Orsi, uno in via Maria SS Annunziata, uno in via Sangiuliano, uno in via Pirandello, due in via Aldo Moro, e poi uno in via Renato Guttuso e un altro in via Vincenzo Bellini. Sarà integrata con altri due pali la zona di via Trieste all’altezza della scuola materna e del centro anziani”.

“Abbiamo dato il via a diversi affidamenti per gli interventi di messa in sicurezza di alcuni immobili comunali e della scuola in via Aldo Moro – puntualizza il vicesindaco con delega alle manutenzioni, Rosario Condorelli – Verranno sistemati: il muro di contenimento di via Giusti e quello dell’ufficio Manutenzione in via San Paolo, compresa la condotta di canalizzazione delle acque, il muro di recinzione dell’ufficio Urbanistica, la parete in cemento armato presso il centro civico. Sarà recintata l’area pubblica sita in via Etnea angolo via Raffaello Sanzio. Stiamo intervenendo anche sulla sicurezza stradale provvedendo al rifacimento della segnaletica orizzontale e alla riparazione di parte della pavimentazione in diverse arterie comunali per una superficie complessiva di mille metri quadri distribuita in via Simili, via Madonna di Fatima, via Rosolino Pilo, via Milanese, via Coviello, via Etnea, via S.Maria dei Monti e via Gramsci. Stiamo provvedendo alla riparazione delle caditoie per lo smaltimento delle acque meteoriche, alla collocazione di dissuasori di velocità e attraversamenti pedonali rialzati in alcuni punti particolarmente critici per il transito dei pedoni”.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi