Catania: uccide il padre al culmine di una lite

Sarebbero stati i motivi economici alla base di un parricidio che si è consumato a Catania. Teatro del delitto è stata la casa di un anziano, figlio dell’assassino.

La vittima, Gaetano Italia, 81 anni, è stata prima colpita violentemente al volto con pugni e calci e anche con un corpo contundente. Poi il suo corpo è stato avvolto da coperte ed è stato portato in strada dal figlio e poi nascosto in un mobiletto abbandonato.

Le manette sono scattate ai polsi di Alberto Italia, 36 anni, colto in flagranza differita per omicidio e occultamento di cadavere dagli agenti della squadra mobile. Le indagini sono state coordinate dalla Procura.

A fare scattare gli accertamenti sono stati alcuni passanti che hanno notato il cadavere nel mobiletto, dopo che si sono aperti gli sportelli. Sul posto è intervenuta una pattuglia che ha bloccato il trentaseienne mentre cercava di scappare. Interrogato dal pubblico ministro il giovane, alla presenza del suo avvocato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Già da qualche tempo il ragazzo aveva un divieto di avvicinamento alla famiglia emesso dal gip su richiesta della procura.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi