Catania: la polizia contro i furti di agrumi

La produzione, un tempo fiore all’occhiello della Sicilia, è a rischio anche per i numerosi furti di arance che danneggiano gravemente il comparto già depresso. Per questo il questore di Catania, Alberto Francini, ha emanato un’ordinanza che impegna nella lotta tutte le forze di polizia.

Polizia, finanza, polizia locale, provinciale e corpo forestale e anche i carabinieri hanno dato vita ad un’azione sinergica che ha iniziato a dare i propri frutti.

Supera le 16 tonnellate il quantitativo di agrumi sequestrati e donati ad enti benefici. E sono state ben 28 le persone denunciate per aver posto in vendita merce di provenienza furtiva.

Le operazioni sono state coordinate dalla questura di Catania. Gli agenti hanno agito nelle zone rurali del calatino e del paternese con posti di blocco e di controlo per intercettare i veicoli, spesso vecchie auto adattate a mo’ di furgoncino, utilizzati dai malviventi per trafugare gli agrumi e trasportarli nei centri abitati.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi