Tortorici (Me): verso la festa del patrono e il festival della zampogna

Ferve l’attesa a Tortorici, centro nebroideo del messinese, per gli appuntamenti in occasione della festa del patrono, San Sebastiano. Come ogni anno è già dal primo gennaio che risuonano festanti i rintocchi del campanone del Duomo.

Domani sera si svolgerà la suggestiva fiaccolata, detta ‘a bula, per le vie del centro storico, in ricordo della sera in cui una matrona romana dopo il primo martirio subito dal soldato martire, andò a cercarlo per salvarlo.

Domenica 13 gennaio, continuano gli appuntamenti con la tradizione. Al termine della messa delle 11:00 celebrata nella chiesa di San Nicolò e la benedizione degli alberi di alloro di Sant’Antonio Abate, partirà dalla piazza centrale un corteo formato da centinaia di alberi di alloro, in ricordo del martirio del Santo patrono, preceduti da suonatori di cornamuse e zampogne.

Proprio la zampogna nel pomeriggio sarà protagonista del secondo festival a lei dedicato organizzato dall’associazione “Tortorici victoriosa civitas”. Alle 17:00 di domenica terranno una conferenza nell’aula consiliare Mario Sarica, etnomusicologo, fondatore e curatore scientifico del museo di musica popolare dei Peloritani di Villaggio Gelso; Pippo Carpita, costruttore di zampogne e Gemino Calà, compositore, polistrumentista e docente di musica alle scuole medie. Era stata proprio di Gemino Calà la direzione artistica del primo festival della zampogna che si era svolto nel 2000 sotto forma di concorso.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi