Barcellona Pozzo di Gotto (Me): la prima guerra mondiale attraverso i giornali d’epoca

E’ stata inaugurata questo pomeriggio alle 17.00 a Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese, la mostra sulla grande guerra attraverso i giornali d’epoca al villini Liberty. L’appuntamento è organizzato dal Servizio “Cultura” della Città Metropolitana di Messina, in collaborazione con il Museo Etnostorico “Nello Cassata” e la Pro Loco “Nomos Di Manno”, con il patrocinio del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, e coincide con il centenario della fine della guerra.

Uno spazio che si è voluto dedicare alla Grande Guerra per ricordare i milioni di morti, feriti e mutilati causati da una delle più sanguinose guerre dell’umanità. L’evento bellico sarà osservato e letto attraverso le illustrazioni del pittore Achille Beltrame, pubblicate nella Domenica del Corriere e nel Corriere dei Piccoli, supplementi illustrati del Corriere della Sera originali degli anni che vanno dal 1915 al 1918, provenienti  dalla collezione privata del Museo Cassata.

Achille Beltrame ( 1871-1945) ebbe una prolifica attività di illustratore iniziata nel 1896. Le guerre, le incoronazioni dei sovrani, i naufragi, le tragedie, gli eroi piccoli e grandi, con i suoi disegni e i colori, con uno stile inconfondibile, preciso, ricco di particolari e di movimento Beltrame ha raccontato gli episodi più salienti del periodo bellico quando la televisione ancora non c’era e la radio veniva ascoltata da pochi.

In mostra anche esemplari della rivista “L’Illustrazione Italiana “ (1915),  del “Giornale Illustrato dei Viaggi (1918) e le raccolte della sezione fotografica del Comando supremo dell’esercito italiano.
Una sezione a parte è dedicata ad oggetti e cimeli di guerra facenti parte della collezione del Museo Cassata.

Durante l’incontro verranno ricordate le figure di Filippo Zuccarello (Patti 1891- Carso 1917), caduto in combattimento nel 1915, decorato di medaglia d’oro al valor militare alla memoria e Luigi Rizzo (Milazzo 1887-1951) comandante marittimo e ammiraglio italiano che si distinse particolarmente, ottenendo numerose decorazioni.
La mostra sarà visitabile fino al 31 dicembre 2018, dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi