Sant’Agata di Militello (Me): parcheggio stazione, il comune chiede la concessione dell’area

Il comune di Sant’Agata di Militello, nel messinese, ha chiesto la concessione dell’area dell’ex parcheggio della stazione per decongestionare la viabilità.

Il sindaco Bruno Mancuso ha inoltrato una nota a rete ferroviaria italiana, direzione territoriale produzione Palermo, impegnando l’amministrazione, in caso di concessione in uso gratuito dell’area, al rifacimento della segnaletica orizzontale, sistemazione delle aree verdi, adeguamento dei corpi illuminanti, istituzione di appositi parcheggi rosa e parcheggi verdi per auto 100% elettriche e, infine, alla sistemazione del manto stradale.

“Il bacino di utenza della stazione ferroviaria – ha scritto Mancuso – è cresciuto considerevolmente vista l’evoluzione, la decentralizzazione e l’accorpamento territoriale di numerosi uffici, producendo un popolo di pendolari che giornalmente fruisce dei servizi di trasporto su rotaia. Rileviamo però che i viaggiatori, anche in autoregolamentazione, utilizzano i circa 70 posti auto che l’area antistante la stazione mette a disposizione nella loro interezza e non essendo gli stessi sufficienti le autovetture vengono parcheggiate sul sottostante tratto di via Cosenz, sul lungomare e nelle traverse a ridosso”.

Una situazione che, come evidenziato nella nota, diventa di difficile gestione dal punto di vista della viabilità soprattutto il martedì, quando sul lungomare è occupato dal mercato settimanale, in occasione della fiera o di altre manifestazioni.
“La richiesta, se favorevolmente accolta – conclude Mancuso – procurerebbe sicuri vantaggi in termini di sicurezza sia per la circolazione pedonale che per la circolazione con mezzi meccanici, eliminando gli stazionamenti di automobili che parcheggiano sulla via Cosenz riducendo la sede stradale, con un minor affollamento delle vie di esodo sia pedonali che carrabili, maggiore visibilità sia in uscita che in entrata per l’area ferroviaria,  riducendo pericoli e salvaguardando l’incolumità di uomini e mezzi”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi