Bagheria (Pa): in mostra i costumi del museo di Mirto (Me)

Il museo del costume e della moda siciliana di Mirto, nel messinese, in trasferta nel palermitano. La mostra si terrà a villa Palagonia a Bagheria dal 3 novembre al 26 novembre e a palazzo Mirto di Palermo dal 28 novembre fino a Natale.

Titolo della mostra è “vestiture del Regno di Sicilia” e il sottotitolo è “la collezione di abiti d’epoca di Mirto a villa Palagonia e a palazzo Mirto”.

Si tratta di un’iniziativa realizzata in collaborazione con l’associazione “in Sicilia” che ha l’obiettivo di promuovere, valorizzare e far conoscere il patrimonio culturale siciliano presenti nei siti museali della Sicilia, fra cui il museo di Mirto.

“Vogliamo far conoscere il museo ad un pubblico più vasto ed essere presenti a villa Palagonia e a Palermo nella residenza dei principi di Mirto, proclamata città europea della cultura 2018 rappresenta una importante vetrina per il museo”. A dichiaralo ad una sola voce sono stati Maurizio Zingales, sindaco di Mirto e il direttore artistico del museo, Pippo Miraudo.

La prima mostra sarà inaugurata sabato 3 novembre a villa Paagonia a Bagheria alle 19.00 resterà aperta fino al 26 novembre. dal 28 novembre la collezione sarà ospitata nell’altrettanto prestigiosa sede di palazzo Mirto in via Merlo, 2, adiacente alla piazza Marina di Palermo per tutto il periodo natalizio.

Saranno presenti i costumi più prestigiosi del museo del costume e della moda siciliana dal ‘700 a fine ‘800. La già prestigiosa collezione sarà impreziosita dall’inserimento di otto abiti di grande manifattura della collezione del professore Melchiorre Milco dalacchi. Si potranno ammirare abiti adrienne o robe à la francais tipici del 700 con i famosi panier dai tessuti pregiati quali broccati, sete, ecc. Abiti da gran sera appartenuti a nobildonne siciliane provenienti da importanti casate e ancora abiti del 1860 che richiamano i fasti gattopardiani, abiti da gran corte con galloni che rievocano l’unità d’Italia, una rara camicia rossa di un garibaldino mirtese che prese parte alla battaglia di Milazzo e ancora livree di importante famiglie (Bordonaro, Schisò, Torricilli, Natoli, Rinaldi Gaetani ecc..), corpetti, un abito arbëreshë ed altri accessori.

La mostra nel suo genere è un unicum nel panorama della cultura siciliana e riecheggia un periodo storico di straordinaria importanza per le vicende dell’isola. L’allestimento è a cura dell’architetto Pippo Miraudo, direttore artistico del museo e dal personale presente nella struttura museale di Mirto.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi