Bagheria (Pa): bancarotta fraudolenta, un sequestro di beni

Gli agenti della guardia di finanza di Bagheria, nel palermitano, hanno sequestrato preventivamente beni societari e personali a fratello e sorella, titolari di due società operanti nel settore della lavorazione dei prodotti ittici, nel comune del palermitano.

Il sequestro arriva al termine di una meticolosa attività di ricostruzione operata dalle fiamme gialle che hanno scoperto come l’intero patrimonio della società riconducibile ad A.A., sia stato interamente trasferito ad un’altra impresa, nata poco tempo prima e intestata alla sorella, R.A. L’oggetto sociale e la sede erano le stesse.

È stato appurato che la prima società, poi fallita nel 2016, ha cercato di nascondere le sue difficoltà vendendo a prezzi irrisori tutti i propri beni materiali alla seconda. La seconda, inoltre, ha assorbito il personale dipendente dell’altra. La nuova impresa che ha continuato la propria attività, non ha onorato i debiti accumulati dalla prima, ammontanti a circa 650 mila euro.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi