Militello (Ct): mostra “vivere nella preistoria: le case, il cibo, le cose”

Il comune di Militello Val di Catania ha organizzato la mostra “Vivere nella preistoria: le case, il cibo, le cose”. L’esposizione sarà inaugurata il 14 ottobre al palazzo municipale, ex monastero dei Benedettini e sarà visitabile ogni giorno dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30 fino al 30 novembre.

Questa mostra costituisce la scelta antologica di una esposizione, presentata nei mesi scorsi a catania, realizzata dalla sezione archeologica della soprintendenza di Catania con la collaborazione dell’università di Catania. Ideatori del progetto sono stati Laura Maniscalco, Maria Turco per la soprintendenza e Orazio Palio per l’università di Catania.

La ricerca archeologica effettuata negli ultimi decenni dalla soprintendenza di Catania ha permesso di ampliare le conoscenze sulla preistoria del territorio e in particolare su alcuni aspetti della vita quotidiana. La mostra intende, quindi, focalizzare l’interesse sulle abitazioni, l’alimentazione, l’artigianato, attraverso esemplificazioni con materiali databili per lo più tra il IV e l’inizio del I millennio a.C. 

Fra i siti rappresentati ricordiamo le Coste di S.Febronia di Palagonia, Rocchicella e Mulino della Badia di Mineo, San Marco di Paternò,Dosso Tamburaro, Filididonna e Poggio Croce di Militello, Scalonazzo di Biancavilla,il villaggio-officina di via Capuana di Licodia Eubea.  E’ già disponibile in rete un’audioguida IZiTravel che è gratuitamente scaricabile e nella quale i siti sono presentati anche attraverso la testimonianza diretta degli studiosi impegnati nelle indagini e nello studio.

Il tema dell’alimentazione nella preistoria viene presentato nella mostra sia con una esemplificazione di ossa animali che presentano ancora i tagli di macellazione che con reperti connessi con la preparazione e la consumazione dei pasti e completata attraverso i dati forniti dallE analisi scientificheeffettuate sui semi e sui residui di pasto.

Per quanto riguarda l’artigianato saranno esposti reperti in pietra, metallo e in ceramica il cui studio e le cui analisi hanno permesso di conoscere meglio la scelta della materie prime e la loro trasformazione.

Nell’ambito delle abitazioni vengono presentati i casi-studio della capanne del III millennio degli altipiani di Militello e di una capanna del II millennio delle Coste di S.Febronia per la quale è stata anche effettuata l’analisi spaziale: una ricostruzione ideale della capanna ha permesso di cogliere i diversi spazi funzionali alle varie attività.

Ci si augura che le scuole di ogni ordine e grado di Militello e dei Comuni viciniori possano visitare questa mostra  in modo da trarre utili informazioni per la conoscenza di un periodo remoto della vita dell’uomo.

All’inaugurazione della mostra parteciperanno anche Nello Musumeci, presidente della regione siciliana; il sindaco di Militello Val di Catania, Giovanni Burtone; Sebastiano TUsa, assessore dei beni culturali e dell’I.S.; Sergio Alessandro, dirigente generale del dipartimento dei beni culturali e Rosalba Panvini, soprintendente di Catania. Il percorso della mostra sarà presentato da Laura Maniscalco, dirigente della sezione archeologica della soprintendenza.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi