Catania: piogge e disagi, Parisi chiede soluzioni

Ogni volta che piove a Catania ci sono disservizi e disagi. Lo sanno bene i catanesi. E lo sanno anche i componenti del comitato cittadino Romolo Murri, il cui presidente, Vincenzo Parisi, ha deciso di affrontare ancora una volta la questione anche del cambiamento di clima che colpisce sempre più spesso la Sicilia, lasciando le amministrazioni assolutamente impreparate.

“La parola d’ordine – dice Parisi – è adeguarsi e per farlo occorre un piano sistematico e radicale che potenzi condutture e collettori sotterranei.

Oggi l’emergenza chiamata bomba d’acqua sta diventando normalità. Così se prima ad otturare le caditoie era la terra dell’Etna, adesso sono i rifiuti scaricati a tonnellate dai soliti incivili. Fatti che comunque rappresentano solo una parte di un problema molto più complesso e mai affrontato adeguatamente dalle amministrazioni comunali catanesi succedutesi negli ultimi anni.

Se non si prendono opportuni provvedimenti ora il rischio e che, alla prossima bomba d’acqua, qualcuno possa affogare. Un fatto drammatico già successo a Catania nel 2003 quando, per via di un nubifragio, morì una giovane di circa 20 anni, annegata dopo essere caduta dal motorino perché la strada che stava percorrendo si era trasformata in un fiume”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi