Catania: spaccio, disarticolata importante cabina di regia, 8 arresti

Otto persone sono state arrestate questa mattina dai carabinieri del comando provinciale di Catania. Sin dalle prime ore di questa mattina i militari hanno eseguito otto provvedimenti restrittivi tra Catania, Palermo e Siracusa.

Tutti gli arrestati sono riconducibili al clan Cappello-Bonaccorsi. Gli otto indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante del metodo mafioso.

Le indagini, sviluppate dai carabinieri della compagnia catanese di Piazza Dante, hanno permesso di evidenziare la pervasiva attività di controllo territoriale gestita dal gruppo, la gestione dei flussi di denaro e droga da e per le piazze di spaccio di pertinenza del clan.

In particolare, il gruppo criminale operava nel popolare quartiere di San Cristoforo. Il referente dell’organizzazione era Giovanni Geraci che agiva in collaborazione con  Salvatore Panassiti. Quest’ultimo, benché si trovasse agli arresti domiciliari in via Santa Maria delle Salette da cui ha preso il nome l’operazione, era un punto di riferimento logistico importante per le riunioni del gruppo e per il passaggio di droga, denaro e documenti di interesse.

Le indagini sono state avviate a seguito del ritrovamento, proprio in casa di Panassiti, di cocaina, denaro e di un libro mastro con gli appunti relativi alla gestione dei flussi di denaro e alla distribuzione della droga nelle piazze di spaccio di pertinenza del clan mafioso.

Attraverso appositi servizi di osservazione e pedinamento, intercettazioni, video riprese e riscontri specifici con sequestri di droga, è stato accertato il forte vincolo associativo riconducibile alla famiglia mafiosa Cappello-Bonaccorsi, corroborata anche da dichiarazioni di collaboratori di giustizia.

Nel corso dell’indagine sono stati arrestati in flagranza di reato quattro degli odierni indagati e sequestrati 40 grammi di cocaina, in parte pura e in parte tagliata, nonché più di 5 Kg marijuana e denaro provento dell’attività illecita.

Le manette nell’operazione Salette sono scattate ai polsi di: Carmelo Andrea Musumeci, 36 anni, già nel carcere Ucciardone di Palermo; Santo La Ferlita, 29 anni, già rinchiuso nel carcere di Noto;Giovanna Carmelina Bartolotta, 49 anni, già ai domiciliari, rinchiusa al carcere di piazza Lanza a Catania; Giovanni Geraci, 39 anni; Salvatore Panassiti, 34 anni; Gaetano Lauceri, 29 anni; Maurizio Barone, 36 anni; Carmelo Pulvirenti, 47 anni.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi