Milazzo (Me): raffineria, Calderone (Fi) chiede a regione e sindaci di costituirsi parte civile

“Chiedo al governo regionale e ai sindaci di costituirsi parte civile per i gravi reati contro la salute e l’ambiente derivati dalla raffineria di Milazzo”. Così Tommaso Calderone, parlamentare all’Ars del gruppo di Forza Italia in una lettera indirizzata al presidente della regione, Nello Musumeci e agli assessori Toto Cordaro e Alberto Pierobon, nonché al sindaco della città metropolitana di Messina, Cateno De Luca.

Una richiesta formale in attesa dell’udienza preliminare di ottobre per i reati gravi contro la salute e l’ambiente. “L’invito a costituirsi parte civile – continua Calderone – è esteso anche a tutti i sindaci delle zone limitrofe perché, il diritto alla salute della nostra gente, ha la priorità su tutto”.

“Abbiamo il diritto di sapere come stanno le cose, specie sulla possibile incidenza delle emissioni prodotte dalla Raffineria e l’aumento di gravi malattie fra i residenti della città. Per tale motivo – conclude il parlamentare all’Ars – confido nella magistratura affinchè faccia il suo dovere, così come la politica dovrà fare altrettanto. Di certo, da parte mia prometto massima allerta, nella duplice veste di deputato e avvocato penalista.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi