Monforte San Giorgio (Me): bene il premio San Giorgio 2018

Si è concluso nel messinese il premio San Giorgio 2018 che è stato ospitato in piazza IV novembre e nel palco naturale fornito dalle scalinate della chiesa madre.

La manifestazione, organizzata dalla Cyber community, presieduta da Carmelo Sframeli, ha lo scopo di offrire riconoscimenti a monfortesi o amici di Monforte che, singolarmente o in gruppo, si siano distinti per impegno e valori morali.

Guglielmo Scoglio ha condotto la manifestazione accompagnato da Carmelina Cannistrà. La serata è stata dedicata ad ANn Carlini, udinese per nascita e moglie compianta di Guglielmo Scoglio. Nella sua relazione introduttiva Scoglio ha messo in rilievo la notevole attività dell’amministrazione comunale.

Il più alto riconoscimento dell’edizione 2018 del premio è stato assegnato all’urologo e chirurgo all’ospedale San Giovanni di Roma, Antonio Iannello. Il premio gli è stato consegnato dal sindaco Giuseppe Cannistrà il quale ha annunciato che presto inzieranno i lavori per il recupero del convento di San Francesco di Paola.

Nel corso della serata consegnati anche riconoscimenti per meriti scolastici ai giovani studenti  che hanno ottenuto la licenza di scuola media inferiore con il massimo dei voti: Chiara De Gaetano e Giada Scibilia, ai laureati Caterina GIorgianni, Alessandro Incandela, Caterina Merulla e Nicola Vianni.

Sono stati attribuiti poi i premi speciali. A Eliana Giorli La Rosa, i indomita donna, già partigiana, che a 92anni si è presentata alle ultime elezioni amministrative ed è oggi consigliera comunale di Monforte San Giorgio.Il riconoscimento è stato consegnato dalla senatrice Barbara Floridia, anche lei di origine monfortese.

Altri premi speciali sono andati ad Antonietta Ardizzone per aver superato brillantemente il concorso in magistratura, a Mirella Battaglia, apprezzata docente per tanti anni a Monforte, per meriti didattici ed educativi, a Michela Lizzio per la tesi magistrale in scienze dell’architettura riguardante Monforte, in particolare la Katabba e la Chiesa della Trinità, al Bar Polito di Pellegrino per i 50 anni di attività, a Salvatore Cannistrà e Marilena Catanese per meriti sportivi, e al gruppo di “Percorsi Bio_Grafici” per l’impegno culturale. La manifestazione è stata seguita in diretta streaming da numerosi monfortesi lontani, alcuni dei quali hanno inviato messaggi di saluto.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi