Catania: rapinatore seriale in manette

In poche ore aveva messo a segno ben tre rapine. Per questo gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato Filippo Salvatore Pavone, 41 anni, pregiudicato.

Lo scorso 25 luglio era stato segnalato alla questura un tentato scippo ai danni di due giovanissime turiste da poco arrivate a Catania. in pochi minuti agenti della squadra mobile sono giunti sulposto per acquisire dalle vittime informazioni utili alla identificazione dell’autore del reato.

Dal racconto delle due donne, si apprendeva che ad avvicinarle era stato un uomo, di cui fornivano precise descrizioni, a bordo di una piccola utilitaria di colore azzurro.

Durante le fasi dell’aggressione, inoltre, il malvivente aveva minacciato di morte le sue vittime ma era fuggito riuscendo a far perdere le proprie tracce.

Gli equipaggi della squadra mobile si sono messi alla ricerca della vettura segnalata. In quei momenti arrivava una successiva nota radio con cui si allertavano le pattuglie, di uno scippo appena consumato ai danni di una coppia di turisti che si trovavano nella zona di via Androne.

La donna ha riferito al personale intervenuto che aveva notato sopraggiungere una utilitaria di colore azzurro, a bordo della quale un individuo le ha strappato con forza la borsa che teneva in spalla, facendola cadere a terra. Le descrizioni fornite dalla donna e dall’accompagnatore in ordine all’autore dello scippo corrispondevano a quelle acquisite qualche minuto prima in via Naumachia.

Gli agenti della squadra mobile, dopo un accurato sopralluogo e un attento monitoraggio della zona, hanno individuato un impianto di video sorveglianza dalle cui immagini emergeva che l’autore del reato aveva agito a bordo di una Kia Picanto azzurra senza targa anteriore.

Circa un’ora dopo alla sala operativa della questura è arrivata un’ulteriore chiamata. Una donna stava sporgendo denuncia di rapina, dichiarando che, mentre faceva rientro a casa, era stata avvicinata da un individio che, dopo averla strattonata e scaraventata per terra, si era dato alla fuga a bordo di una Kia Picanto azzurra.

Veniva attuato un piano preordinato di controllo del territorio in occasione di scippi-rapine, attuato dagli uomini della sezione contrasto al crimine diffuso in servizio moto-montato.

La fitta rete di equipaggi dislocati sul territorio ha permesso di intercettare lungo via Plebiscito l’auto su cui viaggiava l’uomo che corrispondeva alle descrizioni segnalate. All’interno della sua auto è stato trovato un telefono cellulare appartenente ad una delle vittime e la targa anteriore dell’auto che Filippo Salvatore Pavone aveva smontato per rendere più difficile la sua identificazione.

Dopo le formalità di rito, Pavone è stato associato al carcere di Catania piazza Lanza.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi