Roma: caso Manca, ennesima archiviazione

Anche il tribunale di Roma ha accolto la richiesta di archiviazione per il caso sulla morte di Attilio Manca, l’urologo barcellonese morto in circostanze misteriose a Viterbo il 12 febbraio del 2004.

Secondo la direzione distrettuale antimafia, dalle indagini non sarebbero emersi elementi sufficienti per avvalorare la tesi della famiglia Manca che da 14 anni si batte per dimostrare che il figlio Attilio è stato ucciso dalla mafia. Una tesi che, però, non ha mai trovato conferma nelle aule dei tribunali.

Adesso il procuratore di Roma, Giuseppe Pignatone, l’aggiunto della Dda Michele Prestino e il sostituto Maria Cristina Palaia, hanno chiesto l’archiviazione a cui la famiglia Manca, ttramite gli avvocati Antonio Ingroia e Fabio Repici, si è opposta.

“Ancora una volta sul caso di Attilio Manca ingiustizia è fatta. Ancora una volta la verità viene sacrificata sull’altare della ragion di stato – commenta l’avvocato Ingroia dopo l’archiviazione- è il momento che il popolo della verità si ribelli”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi