Tortorici (Me): infartuato salvato al poliambulatorio

Spesso si sente parlare di casi di malasanità. Ma ci sono anche casi di buona sanità che spesso non vengono nemmeno alla luce. Come quello che è successo a Tortorici quando un uomo di 54 anni è stato salvato dai medici del locale poliambulatorio.

I fatti si sono svolti lo scorso 30 maggio quando l’uomo, mentre era nella sala d’attesa del poliambulatorio di Tortorici, ha sentito improvvisamente un forte dolore allo stomaco. “Da quel momento – ci dice il paziente – non ricordo più nulla. Mia moglie era presente e mi ha raccontato in seguito quanto successo”. L’uomo, dimesso da qualche giorno dall’ospedale, è andato a trovare i medici che lo hanno salvato per ringraziarli del lavoro svolto con professionalità e accuratezza.

L’uomo era caduto improvvisamente a terra perdendo conoscenza. Immediatamente l’infermiera, Maria Destro, si è resa conto della gravità della situazione ed  corsa nell’ambulatorio di cardiologia dove stava lavorando il cardiologo dell’Asp 5 Sebastiano Nicosia.

Poche mosse, veloci, che sono riuscite a salvare la vita al 54enne. Cardiologo ed infermiere, con defibrillatore, hanno iniziato a rianimare l’uomo e poi con un massaggio cardiaco. Dopo qualche minnuto sono arrivati medici e personale del vicino 118, allertati dal responsabile del poliambulatorio oricense, Giuseppe Iannì.

Il dottore Giuseppe Catalano insieme al collega Giuseppe Fulco e ai soccorri doti Carmelo Di Marco e Aurelio Salvà, ha continuato il massaggio cardiaco e la ventilazione artificiale. È stato necessario applicare anche una cannula alla giugulare.

Dopo circa mezz’ora dall’inizio del primo intervento l’equipe del 118 e il cardiologo hanno continuato a prestare le loro cure con massimo impegno possibile continuando ad effettuare il massaggio cardiaco.

“Improvvisamente inizio a risvegliarmi – ci racconta il paziente – sono a terra circondato da medici e non capisco cosa sia successo. Inizio a respirare, ma sono ancora in uno stato di semi incoscienza, tuttavia riconosco mia moglie e mi sento più tranquillo”.

L’uomo è stato poi trasportato con l’elisoccorso all’ospedale Papardo di Messina dove è stato sottoposto ad un’angioplatrica coronarica. “Quanto è successo a Tortorici – conclude il paziente nel ringraziare i medici e tutto il personale che lo ha salvato – è un esempio di grande efficienza e professionalità da parte del personale medico e infermieristico. Ringrazio tutti e sottolineo quanto sia importante la presenza di defibrillatori nei posti pubblici”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi