Modica (Rg): truffa su mezzi agricoli, pluripregiudicato di Udine in manette

Un pluripregiudicato di Udine è stato arrestato dagli agenti della polizia di Modica, nel ragusano per una truffa su mezzi agricoli. La truffa, di rilevante valore economico, è stata scoperta dagli agenti.

Questa volta c’era di mezzo l’acquisto online di un piccolo trattore di una nota marca, la cui vendita era stata pubblicizzata su una notissima piattaforma social al prezzo di mille euro, comprese spese di trasporto.

Gli agenti della polizia di Modica sono riusciti a scoprire le varie tecniche utilizate dal truffatore per attirare l’attenzione dell’utente di internet, mettendo in atto il suo piano criminoso per farne fonte di illecito e facile guadagno.

In breve tempo le indagini hanno consentito di identificare e denunciare il truffatore. Il querelante ha contattato il sedicente venditore responsabile delle vendite dell’azienda in questione, produttrice del mezzo in argomento. L’acquirente conttattava gli estremi dell’acquisto e le modalità di pagamento in mille euro. Il pagamento doveva essere effettuato a favore del codice Iban indicato. E così succedeva.

Peccato però che, dopo alcuni giorni, l’ignaro cliente non aveva ricevuto alcun bene e ha contattato tramite whatsapp il venditore a cui chiedeva lumi sulla vicenda. La mancata spedizione del trattorino era stata giustificata con ilf atto che lo stesso non poteva essere trasportato con il loro furgoncino in quanto troppo pesante e per questo motivo invitava il querelante a raggiungere la sede dell’azienda per ritirare il mezzo meccanico o, in alternativa, pagare ulteriori 80 euro per il trasporto da effettuare tramite un vettore esterno. Non avendo altra scelta, l’acquirente ha proceduto al versamento dell’ulteriore somma di denaro.

Nei giorni successivi il denunciante ha contattato più volte il venditore che ogni volta con pretesti differenti ha riferito di non aver ricevuto la somma e il comportamento anomalo ha ingenerato il sospetto di essere stato vittima di una truffa.

Il denunciante, infine, ha contattato la ditta che vende i trattori facendo l’amara scoperta che la ditta non era a conoscenza della contrattazione e che non vi fosse alcun loro dipendente corrispondente al nominativo fornito.

Dagli accertamenti eseguiti dagli agenti, è emerso che la carta postepay in argomento era intestata ad un soggetto collegato al codice Iban indicato in denucnia, attivato in provincia di Udine. Ulteriori verifiche sono state effettuate sull’utenza cellulare utilizzata.

Truffe simili sono state effettuate nella provincia di Pesaro e Palermo. Il presidente del consiglio di amministrazione di una ditta di vendita di mezzi agricoli a cui si era rivolto l’ignaro acquirente per avere informazioni sul mezzo agricolo acquistato e mai ricevuto, lo informava di aver già denunciato l’esistenza di un sito internet che, utilizzando il marchio, i loghi, gli indirizzi e le foto della società, utilizzava impropriamente informazioni specifiche proponendo la vendita di attrezzature dedicate alle lavorazioni agricole o al giardinaggio.

Il truffatore è stato denunciato dalla polizia di Modica all’Autorità giudiziaria territorialmente competente, avente sede nelle località in cui la truffa si è consumata.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi