Messina: picchia la ex e la manda in ospedale, arrestato 18enne straniero

Appena maggiorenne ha mandato la ex fidanzata in ospedale dopo averla picchiata in strada. È successo a Messina dove i carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato un giovane originario del Gambia richiedente asilo.

I fatti si sono verificati ieri intorno alle 14.00 nel pieno centro di Messina. Una cittadina, mentre si trovava alla guida della propria auto, ha notato una straniera che veniva aggredita e malmenata da un uomo.

Dopo aver cercato di attirare l’attenzione dell’aggressore suonando ripetutamente il clacson, ha avvisato i militari dell’Arma che, in pochi attimi, giungevano sul posto trovando, in uno spiazzo antistante la spiaggia, una ragazza era rimasta a terra con una ferita al capo sanguinante che gesticolava animatamente.

L’uomo si è calmato soltanto alla vista dei militari ed è stato bloccato immediatamente. Subito dopo i carabinieri hanno provveduto a chiedere i soccorsi e la donna è stata medicata all’ospedale Piemonte dove le è stata diagnosticata una ferita lacero contusa all’orecchio giudicata guaribile in 15 giorni di prognosi.

I due ragazzi in passato avevano avuto una relazione che, però, era durata pochi mesi e finita per incompatibilità caratteriale. La decisione di troncare il rapporto di amore non era stata accettata dall’ex fidanzato che ogni giorno ha perseguitato la ragazza con pedinamenti, telefonate e messaggi. Tutto questo fino a domenica pomeriggio quando la ragazza, uscita per fare degli acquisti, improvvisamente si è trovata davanti l’ex fidanzato.

L’uomo, seguendola anche all’interno di un supermercato, l’ha implorata di tornare assieme senza raggiungere il proprio obiettivo e avendo ottenuto l’ennesimo rifiuto, in preda all’ira, la aggrediva fisicamente mentre camminava per strada per tornare a casa. Il 18enne si è impossessato con violenza del cellulare della giovane donna, l’ha aggredita scaraventandola a terra, per poi sferrarle alcuni calci al capo che lo provocavano una ferita sanguinante all’orecchio.

Un automobilista in transito si è fortunatamente accorto di quanto stesse succedendo e ha chiamato il 112 che è intervenuto immediatamente sul posto prima che l’aggressione potesse avere conseguenze ancora più gravi.

I carabinieri hanno sottoposto a perquisizione il personale il giovane che aeva trovato in possesso dello smartphone poco prima rubato all’ex fidanzata. L’uomo è stato arrestato per atti persecutori, rapina e lesioni personali e accompagnato alla caserma dei carabinieri. Per lui sono stati disposti gli arresti nel carcere di Messina Gazzi.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi