Palermo: presentato il progetto Play therapy

Tre macchine elettriche che accompagneranno i bambini in sala operatoria a Palermo al reparto di chirurgia pediatrica dell’ospedale dei bambini Di Cristina saranno presentate nell’ambito del progetto Play Therapy.

Si tratta di un progetto scientifico nell’ambito del percorso di accoglienza al bambino che si trova ospedalizzato nel settore chirurgico.

L’obiettivo è quello di ridurre l’impatto psicologico con la malattia, diminuire la paura, contenere l’ansia e lo stress perioperatori dei piccoli pazienti sottoposti a intervento chirurgico in regime di routine.

Il bambino affronterà “l’operazione” arrivando in sala operatoria non in barella ma alla guida di una nuova e fiammante macchina elettrica. È nota ormai la valenza terapeutica del gioco, un vero alleato nella cura dei piccoli pazienti.

Il gioco, infatti, rappresenta la modalità più semplice per esplorare, sperimentare, conoscere e quindi comprendere, ciò che lo circonda per ridurre il senso di angoscia e inquietudine. Gli effetti positivi della Play therapy verranno valutati tramite la rilevazione dei livelli di ansia pre e post-operatori con test psicodiagnostici somministrati ai bambini e ai genitori.

Questa iniziativa, promossa dall’Associazione 4CHILDREN Onlus, costituisce una delle tappe del progetto di accompagnamento del bambino all’interno del percorso di cura chirurgica sostenuta dall’equipe del Reparto di Chirurgia Pediatrica. Il bambino verrà condotto con attività ludiche nelle varie fasi del periodo di ricovero dal team medico-infermieristico e dallo psicologo del reparto, la dottoressa Patrizia Nacci.

Durante la presentazione del progetto Play Therapy avverrà la consegna ufficiale delle macchinine elettriche presso il Reparto di Chirurgia Pediatrica al 4° piano dell’Ospedale dei Bambini. Seguirà un piccolo rinfresco.

Per la donazione e il trasporto delle macchinine si ringraziano: Tearose, Rocketbaby e Italmondo. Si ringrazia inoltre l’Associazione A.MI.CO per il supporto alle attività di divulgazione e sostegno dei processi di umanizzazione in ospedale per i bambini.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi