Messina: Bramanti sul tema dei migranti

“Dalla risposta di Accorinti è evidente che il sindaco uscente parli per sentito dire, o peggio, ripeta a memoria ritornelli di cui, nella sostanza, non conosce il vero significato. Non si spiega altrimenti come il sindaco ignori i numeri reali ed i primati negativi della sua gestione dell’accoglienza.

Il giudizio negativo non viene soltanto dai messinesi, e basterebbe al duo Accorinti-Santisi fare un giro per la città per scoprirlo. Sono le stesse associazioni impegnate nel sistema dell’accoglienza che hanno evidenziato, nel corso del confronto tra candidati sindaco dello scorso 31 maggio, presso la sala Fasola, lacune ed inefficacia dell’azione amministrativa.

L’esempio più eclatante si è visto “dal vivo” quando ad un migrante minore, giunto a Messina da ben 2 anni, è stato chiesto di parlare in italiano e non è riuscito, nonostante i suggerimenti, a pronunciare neanche una breve frase.

Basterebbe anche leggere una parte del documento stilato da ARCI, CARITAS DIOCESANA, UFFICIO DIOCESANO MIGRANTES e SANT’EGIDIO, per scoprire che, cito testualmente: “Il periodo di permanenza in prima accoglienza non dovrebbe superare 30 giorni, ma, a Messina, un numero consistente di ragazzi e ragazze rimane in strutture di prima accoglienza per tutta la minore età… impedendo un reale percorso di autonomia”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi