Siracusa: falsi braccianti agricoli, 64 indagati

Ben 64 peresone, falsi braccianti agricoli, sono stati scoperti dagli agenti della guardia di finanza di Siracusa. Percepivano sussidi dall’Inps. Per questo sono indagati di truffa ai danni dell’inps.

Gli avvisi di conclusione di indagini sono stati notificati a 2 titolari di studi commerciali, di 3 collaboratori, 15 titolari di aziende agricole e di 44 falsi braccianti agricoli.

Le indagini, coordinate dal procuratore capo Francesco Paolo Giordano e dirette dal sostituto procuratore Andrea Palmieri, erano state avviate nel 2013 e si sono concluse nel 2017 dalla tenenza di Noto.

Le indagini hanno fatto emergere un collaudato e consolidato sodalizio criminale operante nei comuni di Rosolini e Pachino dedito alla truffa ai danni dell’istituto di previdenza nazionale che ha causato un danno complessivo di oltre 3 milioni di euro fra sussidi di malattia, maternità e disoccupazione non dovute.

I finti braccianti agricoli erano tutti consapevoli della truffa messa in atto e hanno agito in concorso e con la compiacenza dei titolari delle aziende agricole e degli studi commerciali. In alcuni casi, addirittura, è emerso che molti degli indagati appartenenti alla cosiddetta comunità dei “caminanti” venivano controllati dalle forze di polizia del centro e del nord Italia.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi