Alcara (Me): una strada per ripartire

Manca soltanto un Km e mezzo di strada per collegare Alcara Li Fusi a Torrenova. Una strada che sarebbe importantissima per collegare il centro montano dei Nebrodi alla costa e che potrebbe anche aiutare a salvare vite se diventasse percorribile anche dai mezzi di soccorso.

Un tratto breve. Per attraversarlo ci vorrebbero solo pochi minuti. Peccato che per il momento non si possa farlo se non a bordo di fuoristrada. Il tratto è esattamente a metà percorso, dopo Militello Rosmarino.

In passato, come sostiene anche il sindaco di Alcara Li Fusi, “il centro nebroideo ha rischiato l’isolamento, ma questo collegamento avvicinerebbe il comune alla costa. Chiediamo che venga ultimato il lavoro”. Certo, bisognerà trovare soluzioni alternative a quello che era il percorso originale previsto perché il fiume ha fatto il suo corso e ha inficiato alcuni dei punti in cui dovrebbe essere realizzata la strada.

Intanto è tutto pronto per la manifestazione pubblica organizzata dal comitato civico di volontariato “Scorrimento veloce” di Alcara Li Fusi. Appuntamento domenica 18 febbraio a partire dalle 10.00 lungo il ponte Rosmarino del comnune di Torrenova. Alla manifestazione parteciperanno anche i fuoristrada che aiuteranno i partecipanti a percorrere il tratto di strada incompleto.

La manifestazione è stata fortemente voluta dal presidente del comitato civico di Alcara, Calogero Di Naso, nato lo scorso anno. L’obiettivo è riuscire a riaprire l’arteria stradale lungo il ponte Rosmarino per risolvere problemi di viabilità, ma soprattutto per consentire il passaggio dei mezzi di soccorso e di ambulanze, in caso di emergenza.

La strada in realtà esiste, ma da 30 anni non è mai stata completata. Eppure servirebbe in caso di incidenti, emergenze soccorsi, emergenza sanità. Spesso ambulanze sono arrivate molto in ritardo per via dei collegamenti difficili con il centro nebroideo.

“Ad Alcara Li Fusi ci sono tanti rischi: le frane, cadute di massi, c’è il pericolo costante per tutti coloro che viaggiano – sottolinea Calogero Di Naso, presidente del comitato spontaneo per la strada di collegamento – e dobbiamo fronteggiare questo tema. Siamo positivi, non c’è distinzione di colore politico. Dobbiamo essere tutti uniti”.

Attualmente per raggiungere Alcara partendo da Sant’Agata di Militello o da Torrenova, sono necessari circa 40 minuti. La nuova arteria, però, se venisse realizzata, consentirebbe di raggiungere il paese in appena 7 minuti al massimo”.

“Chiedo in questo momento alla regione siciliana di aiutare il nostro paese – conclude Di Naso a nome di tutti i suoi concittadini e del comitato civico di volontariato Una strada per ripartire da lui presieduto”.

Il completamento della strada di collegamento è un argomento che sta molto a cuore a tutti i cittadini di Alcara Li Fusi e in particolare a Calogero Di Naso, promotore del comitato. Di Naso si sta spendendo in particolare a seguito della terribile perdita della figlia.

“Diversi casi si sono verificati nel mio paese che un’ambulanza arriva non prima di 30-40 minuti per colpa di strade e deviazioni e non è giusto – sostiene Di Naso che aggiunge – sui Nebrodi non si può rischiare di morire perché le strade non sono percorribili”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi