Serie B: Palermo ha la meglio su una buona Ternana col minimo scarto e consolida il primato in classifica

In concomitanza della prima udienza sull'istanza di fallimento, i rosanero scendono in campo contro la Ternana: incontro deciso da capitan Rispoli al secondo minuto di gioco

Vittoria pesante, pesantissima per i rosanero di Bruno Tedino, arrivata a poche ore dalla prima udienza dell’istanza di fallimento del Palermo calcio, conclusasi con un rinvio di 50 giorni per approfondire le memorie difensive e illustrative della società di Maurizio Zamparini ed affidare ad una super-perizia l’eventuale ratifica o revoca del fallimento.

La partita giocata sul campo porta la nona vittoria per i ragazzi di mister Tedino. Vittoria che conferma la testa della classifica e che permette di allungare di 3 punti sulla seconda: il Bari.

La sconfitta della Ternana al ”Renzo Barbera” è generata da un banale appoggio in orizzontale sbagliato con conseguente corsa di cinquanta metri palla al piede di Andrea Rispoli, inarrestabile per la difesa rossoverde, che salta tutti al doppio della velocità e mette alle spalle di un incolpevole Plizzari. Per lo score basta questo, ma durante l’arco dei 90 minuti succede di tutto, compreso uno scontro aereo fortuito tra Gasparetto e Signorini  (trentadue punti di sutura complessivi per i giocatori) con conseguente doppio cambio obbligato per Sandro Pochesci. Il Palermo gestisce senza troppi patemi la partita e con Coronado, abile a liberarsi nella zona centrale del campo, arriva alla conclusione in tre circostanze mettendo i brividi al portiere di scuola Milan Plizzari costretto per l’occasione agli straordinari. Per i rosanero risulta fin troppo facile recuperare palla e lanciarsi in transizione offensiva, nonostante ciò, al 45° è la Ternana ad avere l’occasione maggiormente di rilievo con Finotto, abile a girare di testa, spalle alla porta, in anticipo su Cionek, una sfera proveniente dalle retrovie che viene fermata soltanto dalla parte alta della traversa.

Nella ripresa, il Palermo continua ad imporre il proprio gioco ed al 55° ottiene un calcio di rigore per un contatto tra Zanon e La Gumina. Sul dischetto si presenta Coronado il cui tiro viene respinto da Plizzari. Il Palermo sciupa però aumenta i giri e per i rossoverdi, incapaci di ripartire in contropiede nelle poche occasioni a disposizione, è notte fonda. La Gumina e Trajkovski arrivano con facilità al tiro nel giro di tre minuti: Plizzari si esalta su una respinta sul colpo di testa in tuffo della punta siciliana. La reazione dell’undici umbro è racchiusa in due tentativi rispettivamente di Paolucci e Tremolada che finiscono sul fondo.

Vittoria meritata dei rosanero. Testa adesso soltanto al prossimo turno che vedrà i siciliani impegnati sul difficile campo del “nuovo” Cesena.

 

Palermo (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli (c), Gnahoré (89′ Dawidowicz), Jajalo, Coronado (74′ Murawski), Aalesami; Trajkovski; La Gumina (80′ Embalo). A disposizione: Pomini, Maniero, Szymiński, Accardi, Fiordilino, Rizzo, Monachello. Allenatore: Bruno Tedino

 

Ternana U. (4-2-3-1): Plizzari; Valjent, Gasparetto (13′ Favalli), Signorini (13′ Vitiello), Zanon; Defendi (c), Paolucci; Tiscione (55′ Montalto), Tremolada, Carretta; Finotto. A disposizione: Bleve, Ferretti,  Bordin, Angiulli, Varone, Bombagi, Candellone, Albadoro. Allenatore: Sandro Pochesci

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi