Messina: aveva seminato il panico in città, arrestato rapinatore

Un pericoloso rapinatore che aveva seminato letteralmente il panico nella città di Messina, è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato. Per pochi spiccioli il malvivente aveva aggredito e minacciato un anziano e diverse donne.

L’uomo ha sferrato un pugno che ha tumefatto lo zigomo ad un malvivente e poi si è scagliato contro una donna colpendo, con pugni e calci, lo sportello dell’autovettura nella quale aveva trovato rifugio. A distanza di poco tempo, brandendo una bottiglia di birra, pronunciando ingiurie, aggrediva due ragazze per impossessarsi di una esigua somma di denaro. Stesse modalità e medesimi importi nei confronti di altre due giovani donne minacciate di morte.

Spostamenti rapidi, appiedati, con zaino a spalla ed i peggiori propositi: queste le modalità che hanno contraddistinto l’azione delittuosa dell’uomo arrestato ieri dalle volanti della Questura di Messina. Immediato l’intervento dei poliziotti che, dopo aver rassicurato le vittime e raccolto le loro testimonianze, hanno messo a setaccio l’intera città alla ricerca del colpevole.

Le manette sono scattate ai polsi di Josè Alejandro Louro Schlup, Svizzero, 30 anni. L’uomo è stato bloccato dagli operatori di polizia in prossimità della villetta Largo dei marinai russi con addosso quei pochi spiccioli sottratti con violenza ai malcapitati. Per l’uomo si sono aperti i cancelli del carcere di Messina Gazzi.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi