Racalmuto (Ag): verso la scuola di scrittura e lettura

Nel paese di Sciascia, Racalmuto, potrà nascere una scuola di scrittura e lettura. Se ne è parlato a conclusione del master promosso dal distretto turistico valle dei Templi. Un appuntamento organizzato in collaborazione con l’associazione Strada degli scrittori.

A prendere l’argomento è stato Massimo Bray, direttore dell’istituto dell’enciclopedia italian Treccani, ente che ha curato il coordinamento scientifico dell’iniziativa. La proposta è stata quella di creare una struttura permanente che trovi casa nel paese natale di Leonardo Sciascia.

“Più che un semplice corso – ha detto Bray – immagino che qui potrebbe nascere la nostra scuola di scrittura. Una scuola da far vivere durante l’anno con incontri, seminari e iniziative.

Un evento da inserire tra quelli che oggi rappresentano la resistenza culturale del nonstro paese”. Progetti per il prossimo anno che sono forse il miglior coronamento di una settimana che ha portato nel “paese della ragione” dal primo al 7 luglio, giornalisti, linguisti, esperti in comunicazione e i vertici della Treccani e della fondazione Sicilia.

All’iniziativa hanno preso parte 43 corsisti a cui è stata offerta anche un’ulteriore possibilità di crescita personale e professionale.

Entro il 15 settembre saranno conferite tre borse di studio ai partecipanti del master che dovranno inviare un elaborato sull’esperienza vissuta. I tre migliori saranno premiati con i compensi previsti a cui hanno rinunciato i relatori.

La fondazione, a conclusione del master di scrittura, ha ospitato anche il seminario/dibattito “Il futuro dell’editoria”. Con Felice Cavallaro, giornalista e presidente dell’associazione “strada degli scrittori” hanno conversato i giornalisti Matteo Collura e Dino Amenduni, Massimo Bray e altri esponenti del mondo dell’editoria. (fonte Ansa)

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...