Messina: poste, al caos si aggiunge il caos

Al caos si aggiunge caos quando si parla di poste italiane. La denuncia arriva dal sindacato lavoratori postali della Cisl di Messina che accende i fari su quanto si sta verificando nei diversi uffici postali della città dopo la decisione dell’azienda di “dirottare” la posta inesitata e non consegnata.

“Le raccomandate, gli atti giudiziari, tutti gli oggetti a firma che non vengono consegnati a causa dell’assenza del destinatario – spiega Filippo Arena, segretario provinciale della Slp Cisl Messina – non vengono più portate nelle due sedi di Pistunina e via Olimpia come accadeva sino al 15 maggio, ma vengono consegnate all’utenza direttamente in vari uffici postali della città.

Con gravi disagi per i cittadini che, spesso e volentieri, non trovano la corrispondenza per errori dovuti ad una partenza affrettata del progetto. Un problema – conclude Arena – che si riscontra in particolar modo nella città capoluogo ma che viene segnalato anche in diverse cittadine della provincia”.

Il Slp Cisl Messina denuncia quindi come la riorganizzazione della consegna dei prodotti a firma sia stata “affrettata e senza una adeguata sperimentazione reale del processo sul territorio”. Il sindacato lavoratori postali della Cisl, a livello regionale, ha già contestato il disservizio all’azienda e sono in cantiere alcune azioni di protesta che coinvolgeranno i lavoratori di tutta la Sicilia.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...