Aci Castello (Ct): Digos sequestra fumogeni

Tutto si è svolto per il meglio ieri ad Aci Castello, nel catanese, in occasione del comizio organizzato dal movimento “Noi con Salvini” alla presenza del leader della Lega Nord, Matteo Salvini. Nessun problema anche durante il corteo del collettivo antagonista etneo Aleph che si è articolato per le vie del centro cittadino, concludendosi sul lungomare Cristoforo Colombo.

Determinante è stata l’attività di prevenzione dei diversi uffici della questura che hanno pianificato nel dettaglio ogni tipo di servizio in sinergia con le altre forze dell’ordine e con gli altri enti coinvolti nell’organizzazione dei due eventi.

In questo ambito, particolarmente efficace è stata l’attività di indagine svolta dalla Digos che nelle prime ore della mattinata dello scorso 15 aprile ha eseguito diverse perquisizioni domiciliari nelle abitazioni di noti militanti antagonisti etnei, dove sono state rinvenute 31 torce fumogene da stadio e 3 barattoli fumogeni che, probabilmente, sarebbero stati utilizzati nel corso del corteo di protesta.

Inoltre, il 14 aprile di mattina, agenti della Digos hanno individuato quattro militanti dell’Aleph che si introducevano nel castello normanno. Era loro intenzione esporre uno striscione di colore bianco, lungo 5 metri e largo 1,40, con una scritta di dissenso nei confronti di Matteo Salvini.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...