Bollette luce e gas, come ottenere le riduzioni in bolletta

Una signora di Ragusa che si era vista recapitare due bollette di conguaglio della luce per un totale di 24.000 euro, ne ha risparmiati 18 mila. A nulla erano valsi i tentativi di richiedere la rettifica. La società continuava a sostenere che le somme, a partire dal 2009, erano dovute.

Grazie all’intervento dell’avvocato Samantha Nicosia, responsabile dello sportello confconsumatori di Ragusa e dell’avvocato Carmen Agnello, incaricato della Confonsumatori, si è definita la controversia in modo positivo.

È stato chiamato a chiarire le anomalie della fatturazione anche il distributore di zona ed è emerso che i consumi di energia elettrica non erano stati distribuiti uniformemente nel periodo e quindi era necessario un ricalcolo.

È stato proposto l’annullamento delle somme richieste relative ad oltre 5 anni prima, perché ormai cadute in prescrizione. Il risultato è stato un verbale di conciliazione di 6.000 euro pagabili in 60 rate mensili senza interessi.

Non allarmatevi quando vi trovate di fronte a bollette anomale” ha dichiarato l’avvocato Nicosia, “prima di pagare è necessario analizzare bene la fattura e ricevere le dovute spiegazioni e i chiarimenti da parte della società fornitrice dell’energia elettrica o del gas”.

“L’esito favorevole del caso ragusano invita a richiedere l’assistenza della Confconsumatori prima di piegarsi alle richieste, a volte indebite, delle società fornitrici di energia e gas – ha dichiarato l’avvocato Agnello”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi