Pachino (Rg): protagonista del programma nazionale RAEE@scuola

Anche gli studenti dell’istituto comprensivo Giovanni Verga di Pachino (Siracusa) sono stati protagonisti del progetto RAEE@scuola, un programma nazionale di comunicazione e sensibilizzazione sulla corretta gestione dei Raee, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche iniziato oggi e che terminerà il prossimo 14 aprile.

Alla conferenza hanno partecipato il sindaco di Pachino, Roberto Bruno; l’assessore all’Ecologia, Andrea Nicastro; Orazio Di Blasi, responsabile dell’ufficio territoriale della Dusty che gestisce la raccolta dei rifiuti; il dirigente scolastico Giuseppe Morana e l’insegnante responsabile del progetto, Carmela Petralito.

“Garantire il rispetto del territorio – ha dichiarato il primo cittadino Bruno – grazie alla buona pratica della raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, vuol dire tutelare il nostro patrimonio naturalistico, l’agricoltura, fonte principale di sostentamento delle famiglie. Dobbiamo fare ciò mettendo in campo buone pratiche che devono, poi, essere condivise da tutti”.

Il progetto, promosso dall’associazione nazionale comuni italiani e dal centro di coordinamento Raee con il patrocinio del ministero dell’ambiente e della tutela del territorio del mare, a cura di Ancitel Energia e ambiente, coinvolge oltre 50 comuni su tutto il territorio nazionale.

L’iniziativa, giunta alla sua quarta edizione, prevede non solo una campagna di informazione sui Raee, ma che verranno raccolti in appositi contenitori posizionati all’interno delle scuole. I Raee verranno poi ritirati dagli addetti del servizio igiene urbana, gestito dalla Dusty, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale.  “La raccolta dei RAEE nelle scuole– ha dichiarato Di Blasi della Dusty – consentirà di ottenere alla comunità dei vantaggi economici e garantirà maggiore pulizia della città”.

“Per raggiungere il nostro obiettivo – ha concluso l’assessore all’Ecologia, NIcastro – di avere un ambiente più pulito, potremo contare sulla scuola e sulla famiglia. Un territorio pulito è un’occasione di investimento e di nuove opportunità sociali”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi