Giarre (Ct): il M5S denuncia una gettonopoli al comune

Questa volta è il consiglio comunale di Giarre (Ct) ad essere finito sotto i riflettori del Movimento cinque stelle che denuncia sedute lampo, verbali non firmati e con “copia e incolla”, ripetute sedute per organizzare un semplice volantinaggio. Sono gli elementi contenuti in un doppio esposto presentato alla procura e alla Corte dei conti dagli attivisti del Movimento 5 stelle locale con il supporto della parlamentare regionale Angela Foti e del senato Mario Giarrusso.

I cinque stelle hanno passato sotto la lente d’ingrandimento i verbali delle sedute delle commissioni del consiglio comunale da luglio del 2014 al febbraio del 2015. Alcuni verbali non hanno nemmeno la firma del presidente della commissione, tantomeno quella del segretario. Eppure i gettoni di presenza e i rimborsi sarebbero stati liquidati, come risulta dalle delibere.

Alcune delle sedute sono state chiuse nemmeno dopo 15 minuti di lavoro, sostengono i cinque stelle. “Numerosissime quelle con durata inferiore ad un’ora. Ciliegina sulla torta anche il ricorso reiterato a sedute multiple (5) per affrontare problemi di non eccezionale importanza, come l’organizzazione di un volantinaggio”.

Per Angela Foti, capogruppo del M5S all’Ars, è ora di “porre fine a questa continua emorragia di risorse pubbliche, sottratte tristemente ai servizi per i cittadini da parte di spregiudicati amministratori locali che poco hanno a cuore, come dimostrato dall’analisi dei verbali, il destino della propria città. Amministratori che puntano a distrarre quante più risorse possibili dalle casse comunali per il loro lavoro svolto, per altro, con risultati penosi che sono sotto gli occhi di tutti. Giarre è sull’orlo del dissesto finanziario”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il senatore Giarruso secondo cui “non è possibile che ancora accadano fatti del genere. Non è tollerabile che si arraffino soldi pubblici a comuni che sono costretti a tagliare servizi essenziali per i cittadini”.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi