Catania: uccise l’ex fidanzata con 40 coltellate, processo al termine

Ad ottobre del 2014 con 40 coltellate uccise l’ex fidanzata, la trentenne di Belpasso (Ct) Veronica Valenti. Lui, Gora Mbengue, l’ex fidanzato di origini senegalesi, aveva confessato l’omicidio perpetrato perché non voleva rassegnarsi alla fine della relazione con la vittima.

Il Pubblico ministro Consoli ha chiesto 30 anni di reclusione. Nell’ultima udienza gli avvocati delle parti civili hanno formulato la loro richiesta di condanna: il massimo della pena con le aggravanti dei motivi abietti e per aver agito con crudeltà trafiggendo e seviziando la vittima fino a eviscerarla, avendo premeditato il gesto omicida essendosi presentato armato di coltello all’appuntamento con la vittima”.

Si avvia al termine il processo con rito abbreviato. L’avvocato della famiglia della vittima, Gaetano Valenti è intervenuto in aula ricostruendo la dinamica del delitto.  È stata messa in luce la violenza e la crudeltà dimostrata dall’imputato che “come una furia ha continuato a infierire sul corpo martoriato della ragazza”. Il legale ha chiesto il massimo della pena, così come il legale Valeria Sicurella del centro antiviolenza Thamaia costituitosi parte civile nel processo.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi