Modica (Rg): la rabbia “esplode” con i palloncini

S’intitola “Blow Out – Concerto per rabbia” ed è la performance dedicata al tema del tatto  con cui l’artista Tiziana Contino sabato 12 settembre, a Modica (Rg), chiuderà il sipario sulla rassegna d’arte contemporanea 5 PIAZZE 5 SENSI.

Tiziana Contino, BLOW OUT - concerto per rabbia (Catania, 2010, Fondazione Brodbeck), LGTArte e performance in Sicilia, progetto organizzato per il Festival I ART dall’associazione cane capovolto. L’appuntamento è per le 18, negli spazi del Co.C.A., Centro per le arti contemporanee della storica città di Modica e laboratorio di eventi culturali, mostre e performance collegate ad I ART, progetto comunitario ideato e diretto da I World con il Comune di Catania ente capofila.

Una performance interattiva, quella elaborata dalla Contino – e già proposta con successo a Milano, Roma e Catania – che coinvolgerà il pubblico di Modica invitandolo a liberarsi di collera, ira e rancore verso cose e persone, imprigionandole dentro palloncini gialli… da far esplodere, uno dopo l’altro, in un crescendo di sentimenti “catartici” e purificatori.

Spiega Chiara Canali, curatrice della performance della Contino e dell’intero progetto 5 Piazze 5 Sensi: “Protagonisti sono tre strumenti che interagiscono tra loro: l’artista, il pubblico e la colonna sonora. Lo spazio della platea, sotto la guida dell’artista e degli interventi musicali live del chitarrista Carlo Tuzza, diventa spazio di interscambio e comunicazione con il pubblico.

Tiziana Contino, BLOW OUT - concerto per rabbia (Catania, 2010, Fondazione Brodbeck) IV, LGTAppena entrano in sala i visitatori saranno invitati a soffiare fuori la propria rabbia in un apposito palloncino giallo che troveranno sulla propria sedia. Poi verrà chiesto loro di dare un nome a questo sentimento d’ira, scrivendolo sul palloncino con un pennarello. La performer, vestita di latex nero similmente alla figura di Medusa della mitologia greca, darà la possibilità al pubblico di esprimere liberamente la propria rabbia”. In chiusura, l’esplosione cadenzata e ritmata dalla musica di tutti i palloncini, sarà un corale momento di liberazione e di rinnovamento dell’animo.

5 PIAZZE 5 SENSI. Arte e performance in Sicilia è una rassegna d’arte contemporanea che, attraverso i 5 sensi, propone un inedito approccio agli spazi urbani di cinque città siciliane –Ragusa, Palermo, Enna, Catania e Modica – grazie al contributo creativo di altrettanti artisti contemporanei: Loredana Longo, Peter De Cupere, Giuseppe Veneziano, canecapovolto e Tiziana Contino.

5 PIAZZE 5 SENSI, a cura di Chiara Canali, si svolgerà da luglio a settembre 2015 ed è uno degli appuntamenti del Festival I ART, il grande contenitore di eventi multidisciplinari connesso all’omonimo progetto comunitario che, ideato e diretto da I World, vede capofila il Comune di Catania.

Tiziana Contino, BLOW OUT - concerto per rabbia (Catania, 2010 Fondazione Brodbeck), LGT“Inviteremo cinque artisti – spiega la curatrice Chiara Canali – a esprimere il proprio approccio sensoriale alla città, trovando strade che ci incuriosiscono e allo stesso tempo ci fanno riflettere. Le connessioni fra le diverse discipline concorrono a tracciare una mappa di relazioni viventi: il suono ambientale del collettivo cane capovolto ridisegna l’architettura del Castello Ursino di Catania, creando nuovi punti d’ascolto cittadino; la riattualizzazione visiva del passato storico in Piazza della Libertà di Ragusa diventa per Loredana Longo stimolo per rievocare questioni politiche non ancora risolte; i sapori della tradizione dolciaria siciliana sono per Giuseppe Veneziano elementi strutturali di un’iconografia pop contemporanea all’interno del Belvedere di Enna; la potenza associativa degli odori consente a Peter De Cupere di dare avvio a una passeggiata profumata per le vie di Palermo; la tattilità e l’interattività viene convogliata daTiziana Contino in una performance che consente allo spettatore di esorcizzare la propria rabbia.

Tiziana Contino, BLOW OUT - concerto per rabbia (Milano, 2012), LGTGli artisti contemporanei colgono i messaggi nascosti della città e dei suoi abitanti, li decifrano e li offrono ai sensi dello spettatore come in un moderno rito pagano. Partecipare attivamente è probabilmente la nostra unica strada percorribile o, perlomeno, è l’approccio più diretto e immediato, per vivere il presente in tutti i suoi aspetti e le sue declinazioni.

Il risultato è un’affascinante mostra itinerante che guida i visitatori in un vero e proprio viaggio sinestetico attraverso le principali città della Sicilia, nelle cinque “piazze dei sensi”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi