Lucca Sicula (Ag): anziano muore d’infarto mentre gli staccano l’acqua

Morire d’infarto a 68 anni per un diverbio con due dipendenti della Girgenti acque che dovevano staccargli il contatore dell’acqua. Sembrerebbe assurdo eppure è accaduto a Lucca Sicula, comune dell’agrigentino, dove Salvatore Tafuro, pensionato, al culmine di una lite con due operai della GIrgenti acque giunti al suo domicilio per staccare il contatore, ha accusato un malore ed è morto.

L’uomo, utente moroso, aveva chiesto la rateizzazione della bolletta alla società. A causa delle difficoltà economiche non sarebbe riuscito però a pagare l’ultima rata di ottobre di circa 150 euro e la società ora aveva disposto il taglio dell’allaccio al contatore. Quando i dipendenti si sono presentati a casa lui ha assicurato che avrebbe saldato il proprio debito entro novembre. Da qui è nata un’accesa discussione e un diverbio con i due dipendenti della società che gestisce il servizio idrico e il pensionato, che soffriva di cuore, è stato colto da un infarto mortale.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi