Ragusa: l’anniversario della fondazione della polizia

In occasione del 163° anniversario della fondazione della polizia di Stato, a Ragusa il questore Gammino ha tenuto in discorso nel corso della cerimonia. Ha ringraziato le autorità civili, religiose e militari e naturalmente gli agenti della polizia e i rappresentanti della magistratura.

Per il terzo anno – ha dichiarato il questore di Ragusa – la festa della Polizia continua ad essere celebrata con le massime attenzioni e cautele per evitare dispendi di risorse. Non più piazze, non feste aperte a tutta la cittadinanza. Anniversario che, come negli anni precedenti continua ad essere celebrato con matura “essenzialità” ma comunque con il costante pensiero alla gente, alla nostra cittadinanza.

Per noi – ha proseguito Gammino – è necessario stare tra la gente: respirarne gli umori, assolvere alle loro aspettative, raccogliere le loro esigenze. Essere conseguentemente valutati ed apprezzati,  se capaci di dare concrete risposte di sicurezza. “Esserci sempre” ed esserci al servizio del cittadino, questo è il nostro slogan. Esserci riaffermando il valore comune della legge e della libertà, seguendo il motto “sub lege libertas”, che è poi per noi il valore fondante. Con questo impegno la Polizia di Stato guarda al 2015 ed agli anni futuri.   

Ci dobbiamo e vogliamo essere per prevenire il crimine, bisogna combatterlo e vincerlo con necessarie attività di repressione. Quando ci sarà da prestare soccorso e conforto nelle situazioni di emergenza. Ma anche quando c’è da educare al valore della legalità, soprattutto i più giovani. Continueremo ad impegnarci  per avere territori sempre più sicuri, dove vivere e lavorare più serenamente difendendo i diritti della gente, soprattutto dei soggetti più deboli. Una polizia quindi moderna, liberale e democratica che l’Italia ha scelto di avere. E’ un anno non facile, con le sue incertezze anche economiche. Un anno in cui la presenza concreta accanto alla gente è per noi un impegno ancora più stringente, e per i cittadini – crediamo- un motivo di rassicurazione.  In una fase così complessa e travagliata per la vita del paese, la Polizia di Stato continuerà a dare l’esempio: da un lato evitando ogni spreco e razionalizzando al massimo le risorse disponibili, in una sempre più attenta e funzionale opera di raccordo e di coordinamento con le altre FF.di P.P., curata (mi si permetta di ricordarlo) anche da instancabili funzionari e personale dell’Ufficio di Gabinetto per le valutazioni tecniche dei servizi di O.P; dall’altro contribuendo pure Noi a rinsaldare la coesione sociale, messa a dura prova dal perdurare di una crisi qual è quella attuale. Crisi non solo economica ma anche non nascondiamocelo di valori.

Siamo, ancora una volta, comparsi agli “onori” della cronaca, quantomeno nazionale, per una Ragusa che viene da qualche tempo citata per una serie progressiva di episodi, che la proiettano all’attenzione mediatica non solo per le sue bellezze e potenzialità, quanto per cronica  giudiziaria di polizia.

Ed a queste sollecitazioni (a volte anche di morbosità informativa) abbiamo corrisposto in modo concludente con positivi risultati, con pronte risposte di efficienza operativa, dimostrando (con le nostre pur non esorbitanti risorse) di essere sufficientemente funzionali, rispondenti, concludenti. Ricordo che la Polizia di Stato è massivamente  interessata con quasi tutte le sue componenti specialistiche, all’emergenza immigrazione ed a detto impegno dà attenzione in modo encomiabile non solo per l’ondata di flussi (più di 28.000 sbarcati solo nel 2014 con conseguenti trattazioni di identificazione, trasferimenti, catalogazione, raccolta dati di sviluppo di immigrazione; 193 arresti di soli scafisti a cura delle Polizie Giudiziarie; trattazione successiva da parte della Sq. Mobile per le tematiche giudiziarie ed i relativi sviluppi processuali, con gestione di più di 600 testi di giustizia; trattazione anche di riferimento giudiziario di più di 1800 minori; istruttoria di 1754 tra espulsioni, respingimenti e trattenimenti ed ordini di allontanamento con redazione dei relativi provvedimenti;  E che dire anche di più recenti espulsioni di stranieri, per valutazioni sulle recenti leggi sulla sicurezza Nazionale, curate dalla locale DIGOS; di 8 corpose indagini sulla tratta di esseri umani o su gruppi organizzati dediti allo sfruttamento del fenomeno immigratorio (anche di spessore criminale a livello internazionale).

Ricordo al riguardo che nel recente (il 24 Aprile u.s.) la Corte di Assise di Siracusa ha condannato 21 associati a 9 anni di reclusione ciascuno per associazione per delinquere, traffico di esseri umani ed altro. Si tratta di indagini della Polizia di Stato di RG che hanno visto tra l’altro alla sbarra nel 2014 ben 65 cittadini somali, tra loro associati con ben 48 ordini di custodia cautelare della Operazione Boarding-Pass.

Ricordo, ancora, che nel recente, grazie alle indagini della Polizia di Stato di RG la Procura Distrettuale di CT ha individuato gli organizzatori del viaggio della morte che nel 2014 ha determinato una strage nel mare Mediterraneo con più di 500 migranti annegati,  deliberatamente e dolosamente per mano di trafficanti senza scrupoli. Come non ricordare, oltre gli sbarchi, della gestione di più di 20.000 non comunitari residenti in questa Provincia, trattati per il permesso di soggiorno.

Che dire delle attenzioni di preistruttoria per le centinaia di richiedenti asilo da inviare alle valutazioni delle Commissioni per il riconoscimento delle protezioni internazionali, e poi della loro gestione per i permessi di soggiorno.

Perché non ricordare le continue sollecitazioni esercitate sugli encomiabili uomini della Polizia Scentifica per i quasi 11.000 fotosegnalati ed i quasi 18.ooo preidentificati dell’anno 2014, anche in ordine alle necessità di avviare d’urgenza parte degli sbarcati verso altre sedi.

Un lavoro spasmodico, senza uguali per il passato di Ragusa a cura della Polizia di Stato, che, ripeto, prescinde dalle attività di vigilanza al CPSA a copresenza con altre FF. di P. od agli accompagnamenti verso altre sedi, effettuate sempre con il sostegno delle altre FF. di P. che ancora ringrazio con vigore per il loro contributo.

Lavoro di cui ci pregiamo, senza pretendere esaltazioni per la cosi detta “emergenza immigrazione”.

Il dato statistico degli uffici anticrimine e Controllo del territorio ci dà conforto (nel confronto tra il 2013 ed il 2014): –20% di estorsioni, -35% di rapine; -32 % di incendi dolosi; il +357% di persone denunciate per assoc. per delinquere; + 27% di arresti; il controllo del territorio è incrementato (quasi 80.000 persone controllate rispetto ai 40.000 dell’anno precedente; più del doppio i mezzi controllati; + 24% di pattuglie impiegate grazie anche al supporto di reparti richiesti di rinforzo da altre realtà territoriali; + 17% di sorvegliati speciali ed arrestati domiciliari controllati)”.

Il questore ha anche ricordato i casi di cronaca più ridondanti: la risoluzione dell’omicidio di una ragazza uccisa dal proprio padre, l’omicidio del piccolo Loris, il cruento omicidio del marito romeno, il contrasto al traffico di droga, il contrasto al fenomeno dei furti di mezzi agricoli e di rame nelle vaste aree della campagna Iblea. Grandi i numeri della polizia amministrativa che ha rilasciato 4082 passaporti, più di 1000 autorizzazioni sulle armi rilasciate, 270 controlli di polizia amministrativa, 12 esercizi pubblici sottoposti a sospensioni e chiusure.

“Grazie – conclude il questore di Agrigento – grazie ancora una volta uomini e donne della Polizia di Stato e delle Amministrazione Civile per quello che con dignità ci regalate. Mi onoro di essere con voi e di dirigere questa Questura. Auguri a voi tutti per il nostro 163° Anniversario”.

Nel corso della cerimonia sono state consegnate le ricompense e le promozioni qui elencate di seguito:

PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIOArresto rapinatori ( rapina in atto)

Commissariato di P.S. di VITTORIA

Assistente BAELI Carlo 

Assistente SCHEMBARI Luca

ENCOMIO SOLENNE

Medesima operazione che ha portato alla promozione per merito straordinario di Baeli e Schembari

Assistente Capo Rosario DI RAIMONDO METALLO– Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Capo Paolo FARFAGLIO– Comm.to P.S. VITTORIA

ENCOMIO SOLENNE- Arresto rapinatori travisati

Assistente Capo Salvatore PIRRONE -UPGSP

Assistente Capo Salvatore MESSINA -UPGSP

ENCOMIO

Ispettore Capo Roberto PRATO– UPGSP

Sovrintendente Salvatore CARUSO– UPGSP

Sovrintendente Vincenzo CAVALLO– UPGSP

ENCOMIO SOLENNE

Marina di Ragusa-Intervento di soccorso in favore di una giovane donna che stava tentando il suicidio lanciandosi in mare.

Commissario Capo dr. Antonino CIAVOLA

LODE

Assistente Capo Francesco SCHININA’

Assistente Capo Francesco BELFIORE

ENCOMIO SOLENNE

Commissario Capo dr. Filiberto FRACCHIOLLA

Salvataggio di persona con intenti suicidi durante uno sfratto a Rovigo

ENCOMIO

Sequestro beni mobili ed immobili a carico di un funzionario della P.A.

Commissario Capo dr.ssa Vinzy SIRACUSANO

Ispettore Capo Giovanni GUASTELLA– Divisione Anticrimine

Assistente Capo Giammarco SCROFANI– Divisione Anticrimine

Assistente Capo Francesco BELFIORE– Divisione Anticrimine

ENCOMIO

Arresto autore omicidio DIGRANDI avvenuto a Ragusa

Commissario Capo dr. Antonino CIAVOLA

Ispettore Superiore Giuseppe MODICA

Ispettore Capo Roberto PRATO

Sovrintendente Romolo PELLICCIA

Sovrintendente Giovanni AZZARELLI

Assistente Capo Vito PICCIARELLI

LODE

Sovrintendente Ivano DINATALE

Sovrintendente Fabio NIFOSI’

Assistente Capo Gianni RANIOLO

Assistente Capo Francesco BAGLIERI

Assistente Capo Gianni CASTILLETTI

Assistente Capo Massimo LO PRESTI

Assistente Capo Daniele TUMINO

Assistente Michele IACONO

ENCOMIO

Arresto giovane che aveva appiccato il fuoco presso l’abitazione del padre che nella circostanza veniva ritrovato cadavere.

Sovrintendente Pasqualino ROSANO-Comm.to P.S. COMISO

Sovrintendente Antonio RIZZA-Comm.to P.S. COMISO

Assistente Capo Ignazio FASSARI-Comm.to P.S. COMISO

Assistente Capo Rosario SCOLLO-Comm.to P.S. COMISO

ENCOMIO

Sezione Polizia Stradale di Ragusa

Arresto di un uomo e 39 denunce in stato di libertà per frodi assicurative

Sovrintendente Giuseppe PITROLO

Assistente Capo Giovanni GUASTELLA

Assistente Salvatore LICCO

ENCOMIO

Operazione “Maghreb 2013”: Individuazione e disarticolazione di un gruppo di cittadini extracomunitari operanti in Vittoria dedita allo spaccio di sostanza stupefacente del tipo eroina

Ispettore Superiore Giuseppe Maria GAROFALO– Squadra Mobile

Sovrintendente Capo Carmelo LICITRA– Squadra Mobile

Sovrintendente Vincenzo PORSENNA– Squadra Mobile

Assistente Capo Massimiliano CAVARRETTA– Squadra Mobile

Assistente Capo Angelo VENTURA– Squadra Mobile

Assistente Capo Giorgio CICERO– Squadra Mobile

Assistente Capo Antonino SPATOLA– Squadra Mobile

LODE

Operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di tre cittadini extracomunitari responsabili di addestramento ad attività con finalità di terrorismo internazionale.

Vice Questore Aggiunto dr. Gaetano DI MAURO

LODE

Fermo di P.G di sette componenti equipaggio che gestì la traversata di 200 cittadini extracomunitari durante la quale persero la vita 13 clandestini

Sostituto Commissario Alessandro CASIRARO– Squadra Mobile

Assistente Capo Pietro PAPANDREA– Squadra Mobile

Assistente Capo Andrea PUCCIA– Squadra Mobile

E’ stato, altresì, già valutato per merito di servizio, il seguente altro personale per cui è in corso la notifica della premialità.

ENCOMIO SOLENNE – Operazione “Boarding pass” ( deferimento di 154 soggetti di etnia somala, facenti parte di un’organizzazione criminale transnazionale dedita all’immigrazione di cittadini somali dall’Africa in Italia, nonché esecuzione di 48 ordinanze di custodia cautelare)

Sostituto Commissario Alessandro CASIRARO-Squadra Mobile

Assistente Capo Riccardo DOLZITELLI– Squadra Mobile

Assistente Capo Giuseppe GIUNTA-Squadra Mobile

Assistente Capo Michele PORTELLI-Squadra Mobile

Assistente Capo Andrea PUCCIA– Squadra Mobile

Assistente Capo Pietro PAPANDREA-Squadra Mobile

ENCOMIO

Vice Questore Aggiunto Dr. Francesco Marino– Squadra Mobile

Ispettore Luca TOMASI-Squadra Mobile

Assistente Capo Marcello CALABRESE-Squadra Mobile

Assistente Aldo CAVALLO-Squadra Mobile

LODE

Intervento che portava al salvataggio di una donna vittoriese con chiari intenti suicidi

Sovrintendente Piero Maria OCCHIPINTI– UPGSP: Operatore COT

Assistente Capo Gianmarco DI RAIMONDO– Comm.to P.S. Vittoria

Assistente Capo Vincenzo CHESSARI– UPGSP: Operatore COT

Assistente Capo Pietro SALINA– Comm.to P.S. Vittoria

LODE

Arresto rapinatori

Ispettore Capo Roberto PRATO –  Squadra Mobile

Sovrintendente Romolo PELLICCIA – Squadra Mobile

LODE

Arresto autore omicidio

Assistente Capo Salvatore SCOLLO – Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Giuseppe COLLETTA – Comm.to P.S. VITTORIA

LODE

Arresto scippatore

Ispettore Superiore Vladimiro MALORGIO-UPGSP

Assistente Giuseppe GIUNTA-UPGSP

LODE

Arresto pregiudicato per evasione arresti domiciliari

Assistente Capo Giuseppe INCATASCIATO – Sezione Polizia Stradale

Assistente capo Vito AMATO – Sezione Polizia Stradale

LODE

Salvataggio di persona che stava tentato il suicidio

Agente Scelto Giovanni LAURIA – Comm.to P.S. COMISO 

LODE

Arresto di due cittadini extracomunitari responsabili di violenza e resistenza a P.U., guida senza patente e falsa attestazione di generalità.

Assistente Capo Giovanni CRISCIONE-Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Donatello MASSAFRA-Comm.to P.S. VITTORIA

LODE

Arresto di tre giovani per rapina aggravata

Sovrintendente Flavio FARO-Comm.to P.S. COMISO

Assistente Capo Salvatore SCOLLO– Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Capo Adriano SCIFO-Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Giuseppe COLLETTA-Comm.to P.S. VITTORIA

Assistente Giovanni PANTO’-Comm.to P.S. VITTORIA

LODE

Operazione “NIGHT-WATCHMAN” che ha portato all’arresto di 5 soggetti responsabili di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e furti.

Ispettore Capo Salvatore GUGLIOTTA-Squadra Mobile

Sovrintendente Giovanni AZZARELLI-Squadra Mobile

Assistente Giovanni GIAQUINTA-Squadra Mobile

Assistente Capo Vito PICCIARELLI-Squadra Mobile

PERSONALE AGGREGATO DA ALTRE SEDI:

Ispettore Capo Giuseppe CAUCHI’– ENCOMIO

Assistente Capo Rosario CACI – ENCOMIO

Assistente Capo Marco Antonio SANZO – ENCOMIO

Ispettore Capo Pietro PIZZIMENTI – LODE

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi