Catania ricorda la strage di Capaci con una passeggiata pedo-ciclabile

Catania ricorderà la terribile strage di Capaci sabato 23 maggio con una passeggiata pedo-ciclabile per la città:CAPACI di Crescere. Il ricordo di una strage, una strada per il futuro”.

Il raduno dei partecipanti è previsto a piazza Duomo alle 9 per percorrere insieme 4,5 chilometri (a piedi o in bicicletta), un evento inserito all’interno della Carovana Crescere al Sud promossa da Save the Children Italia e organizzato in collaborazione con il Comune. “Una passeggiata – secondo l’Assessore al Welfare e all’Armonia sociale Angelo Villari – simbolo di unità di una città che cresce insieme e che con la propria presenza testimonia la lotta alla mafia”.

Il tragitto della marcia-passeggiata sarà: piazza Duomo, via Garibaldi, piazza Palestro, via Acquicella, via Gusso, via Madonna del Divino amore, via Giovanni da Verrazzano, viale Nitta, viale Bonaventura, viale Sisinna. Un percorso che collega la città alle periferie e per «invertire quel flusso che vede spesso approdare i giovani dei quartieri più periferici in città» sostiene Edoardo Barbarossa Presidente della Fondazione Èbbene – aderente alla Rete Crescere al Sud.

Un percorso caratterizzato da momenti di animazione di strada, letture e testimonianze antimafia, che arriverà al Polo Educativo Villa Fazio, simbolo di riscatto e di legalità del quartiere di Librino in viale Sisinna 1. L’Assessore all’Ecosistema Urbano, Mobilità “Trasparenza e Legalità”, Valorizzazione Librino Rosario D’Agata sottolinea difatti come iniziative di questo genere siano importanti per la riqualificazione del quartiere di Librino, parte integrante della città.

Parteciperanno all’evento le scuole della città e numerose Associazioni di Enti di Formazione Professionale siciliane e nazionali per lottare contro il fenomeno della dispersione scolastica, un’emergenza non solo educativa ma soprattutto sociale.

All’arrivo momenti di festa e aggregazione accoglieranno i partecipanti. Diverse le attività in programma: il flash mob “C’era domani Librino” il cui video tutorial è all’interno dell’evento Facebook dedicato all’iniziativa; l’incontro con il Procuratore aggiunto di Messina Sebastiano Ardita, lo scrittore Luciano Mirone e il consigliere comunale aggiunto Warnakulasurya Thissera AmaI Eranga che condivideranno con i partecipanti  racconti ed esperienze concrete;  l’inaugurazione dell’“Albero Falcone” sul quale verranno affissi messaggi, lettere e disegni come simbolo di  lotta contro la mafia; e l’esibilione di Musicainsieme Librino formato da una trentina di giovani cantanti e musicisti.

È previsto, inoltre, un momento dedicato interamente alle scuole che hanno realizzato i murales lungo le mura interne del centro di aggregazione giovanile, lasciando il proprio segno e contribuendo così ad abbellire e arricchire la struttura con dei lavori dall’alto valore creativo ma soprattutto umano che ritraggono come i ragazzi sognano il proprio quartiere. Uno di questi murales è stato interamente dedicato a questa iniziativa e verrà inaugurato proprio in occasione della manifestazione a Villa Fazio.

A conclusione della giornata alcuni ragazzi di Catania si uniranno agli amici di Palermo per continuare il viaggio verso Roma con la carovana Crescere al Sud. L’obiettivo della Rete Crescere al Sud è porre al centro dell’attenzione il tema della condizione dei minori al Sud e lo farà con un viaggio in pullman che partirà da Palermo (22 maggio) e attraverso Catania (23 maggio), Locri (24 maggio), Cosenza (25 maggio), Bari (26 maggio) e Napoli (27 maggio) attraverserà le regioni del Mezzogiorno per arrivare a Roma (28 maggio). In ogni città saliranno sul pullman i ragazzi del territorio per portare proposte concrete sulla realtà dei minori del Mezzogiorno a Roma.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi