Tortorici (Me): nuovo furto al rifornimento di benzina

Un altro furto, il secondo in un mese. Ad essere prese di mira anche questa volta la stazione di servizio, bar, tabacchi di Tortorici, centro in provincia di Messina. Le modalità sempre uguali. La banda di malviventi la stessa. In tre, col volto travisato dal passamontagna per non farsi riconoscere dalle telecamere di sicurezza installate al rifornimento di benzina, hanno aperto la saracinesca e spaccato il vetro per introdursi nel bar e rubare contanti, tabacchi e liquori per un valore di circa 2.500 euro. Un quarto complice, invece, faceva da palo.

Le mosse dei malviventi, però, non sono passate inosservate ad un solerte cittadino che, nella notte tra mercoledì e giovedì, ha prontamente avvisato i carabinieri della stazione di Tortorici, guidati dal maresciallo Filippo Battaglia. Immediatamente sul posto è arrivata la Fiat Punto dei carabinieri. Alla vista dei militari i 4 ladri, che avevano già caricato tabacchi per circa 2.500 euro e il ricevitore di cassa asportato all’interno dell’esercizio commerciale, si sono dati alla fuga.

I quattro viaggiavano su una Station Wagon Passat, risultata rubata in provincia di Trapani cinque giorni fa. È scattato così un rocambolesco inseguimento lungo la strada provinciale che collega Tortorici a Rocca di Caprileone e poi verso Torrenova sulla strada statale 113. Nel frattempo, a dare supporto ai militari dell’Arma del centro nebroideo, sono partiti da Sant’Agata di Militello i carabinieri del nucleo radiomobile che hanno proseguito l’inseguimento lungo la provinciale che porta per San Marco d’Alunzio. Una volta giunti nelle strade più interne i malviventi hanno imboccato male una curva e hanno avuto un incidente contro un muretto. Hanno dunque abbandonato la macchina e sono scappati a piedi lasciando la refurtiva nell’auto che è stata recuperata dai carabinieri. I quattro sono riusciti a far perdere le loro tracce e poco dopo hanno rubato una Mercedes parcheggiata in una frazione vicina. Su quell’auto si sono allontanati dalla zona sfuggendo alla cattura.

Secondo gli investigatori, la banda sarebbe giunta dal trapanese e sarebbe la stessa che nelle ultime settimane ha messo a segno numerosi furti in aziende di legname e attività artigianali della valle del Fitalia. Lo stesso rifornimento di Tortorici era stato preso di mira lo scorso 7 marzo. Allora i ladri portarono via un bottino del valore di 10.000 euro. Questa volta i tabacchi rubati sono stati restituiti, ma i danni ammontano a circa 1.500 euro per il vetro infranto e il registratore di cassa sottratto.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi