Chiaramonte Gulfi (Rg): continua la mobilitazione dei sindaci della provincia

Penultimo appuntamento della mobilitazione dei sindaci della provincia di Ragusa a Chiaramonte Gulfi. Domani ultimo appuntamento a Modica.

Il 21 aprile, tutti a Caltanissetta dove è previsto l’incontro di tutti i sindaci della Sicilia, organizzato dall’Anci regionale.

Nella cittadina montana c’erano ben undici municipalità, unica assente quella di Scicli, sotto gestione commissariale. In piazza duomo sul tappeto i problemi emergenti che i sindaci devono affrontare nella gestione dei comuni. Il primo fra tutti, quello legato ai continui tagli ai trasferimenti di risorse da parte dello Stato e della Regione per i comuni.

Un’emergenza drammatica, come ha rilevato Vito Fornaro, sindaco di Chiaramonte Gulfi. Il primo cittadino ha chiarito che già ora non è possibile mandare avanti i servizi indispensabili, assicurare un minimo di assistenza a chi è in difficoltà, figurarsi se ne saranno imposti degli altri. Ai problemi evidenziati ci sono anche quelli legati alla viabilità e alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.

A rappresentare i presidenti dei consigli comunali c’era presente quello di Ragusa, Giovanni Iacono che ha chiarito quanto sia necessaria, ora più che mai, l’unione di tutte le autonomie locali, aldilà dei colori politici. Anche il sindaco di Ragusa, Federico Piccito, ha precisato a una platea attenta i motivi della protesta e le azioni intraprese per far sì che la mobilitazione porti dei risultati concreti.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi