Messina: la camera di Commercio è salva

Ieri al Senato è stato approvato un emendamento per la salvaguardia delle Camere di commercio delle città metropolitane e dunque anche di Messina. Lo comunica il senatore di Ncd gruppo area popolare, Bruno Mancuso, che si è battuto con altri colleghi perché Messina e Reggio Calabria non venissero private di questo importante e storico presidio al servizio delle imprese.

“Sono molto soddisfatto – dichiara il senatore Mancuso – per essere riusciti a convincere il governo ad accettare questa deroga rispetto ai rigidi parametri che prevedono la riduzione del numero delle attuali camere di commercio da 105 a non più di 60, mediante accorpamento su una soglia dimensionale minima di 80 mila imprese iscritte. Si tratta di un importante passo avanti per garantire il proseguimento delle funzioni dell’ente camerale messinese”.

Secondo Mancuso, però, è necessario attendere un decreto legislativo, che dovrà essere emanato dal Governo entro dodici mesi, per la riforma dell’organizzazioni, delle funzioni e del finanziamento e che la Regione siciliana si impegni a risolvere la questione del fondo perequativo che preoccupa non poco la camera di commercio di Messina.

Maria Chiara Ferraù

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi