Catania: tragica rapina in Tangenziale

Tragedia ieri notte sulla tangenziale ovest di Catania, in territorio di Misterbianco. Un giovane rapinatore, Francesco D’Arrigo, ha perso la vita nel corso di un conflitto a fuoco fra tre giovanissimi rapinatori e due poliziotti della sezione scorte. Le pistole utilizzate dai malviventi sono poi risultate giocattolo, senza tappo rosso. Il commando aveva tentato di rapinare la cassa del bar del distributore Agip.

Nella sparatorie due dei banditi sono rimasti feriti. D’Arrigo è morto mentre lo stavano trasportando in ambulanza in ospedale, mentre il terzo rapinatore è riuscito a fuggire insieme ad un quarto complice che faceva da palo alla banda nel piazzale del rifornimento.

Sull’episodio la magistratura ha aperto un’inchiesta e le indagini sono della polizia di Catania. Il secondo rapinatore, un minorenne, si trova attualmente ricoverato al policlinico universitario per una ferita alla testa. Un terzo rapinatore è stato bloccato e arrestato. Si tratta di Samuele Consoli, 21 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio.

Il gruppo di giovani rapinatori non era nuovo a simili imprese, anzi il sospetto degli investigatori è che si fossero resi responsabili di un’altra rapina perpetrata poco prima dell’incursione al distributore. Continuano le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica di Catania per identificare eventuali ulteriori responsabili dell’assalto.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi