Modica (Rg): frode nel servizio di raccolta rifiuti, 16 denunce

Ci sono anche quattro funzionari del comune di Modica (Ragusa) fra le sedici persone denunciate per gravi irregolarità nella gestione del servizio di raccolta rifiuti. Indagati anche il titolare e i responsabili della ditta Puccia che si occupa dello smaltimento rifiuti ed alcuni dipendenti. I reati ipotizzati, nell’ambito dell’operazione Pecunia non olet sono a vario titolo: abuso d’ufficio e frode nelle pubbliche forniture.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, la ditta Puccia avrebbe eseguito il servizio con meno personale rispetto a quanto pattuito e con qualifiche inferiori a quelle previste, distraendo inoltre alcuni lavoratori pagati dal comune di Modica, in altri comuni limitrofi in cui la stessa ditta ha l’appalto per il servizio di raccolta dei rifiuti. La guardia di finanza di Modica ha riscontrato che alcuni lavoratori con qualifica di operatore ecologico, in realtà svolgevano mansioni di ufficio o di cantiere a beneficio esclusivo della ditta, pur essendo pagati dal comune di Modica per essere impiegati nei servizi di spazzamento o raccolta dei rifiuti.

I funzionari sono accusati di omesso controllo sulla corretta applicazione del contratto, limitandosi a sporadiche e occasionali comunicazioni scritte con la ditta.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi